“La Minoranza, il Sindaco Ortelli e le auto usate”

COMUNE DI ISOLA DEL GIGLIO
GRUPPO DI MINORANZA CONSILIARE

La Minoranza, Il Sindaco Ortelli e le auto usate
.

Negli Stati Uniti D’America, per valutare l’affidabilità di un politico, la sua capacità di mantenere fede alle promesse elettorali, di non profferire bugie, di non dire la mattina una cosa e la sera un’altra diametralmente opposta, usano un modo di dire risalente alla campagna elettorale del 1960 tra John F.Kennedy e Richard Nixon:

Comprereste un’auto usata da quest’uomo?

Tale frase è diventata parte della cultura popolare statunitense soprattutto dopo che Nixon (Repubblicano) fu eletto Presidente nel 1968 e poi nel 1972 prima di essere costretto alle dimissioni dallo scandalo Watergate per aver mentito (cioè detto BUGIE) sullo spionaggio perpetrato ai danni del Partito Democratico.

Nessuno degli amici americani che sono sull’Isola del Giglio COMPREREBBE MAI UN’AUTO USATA DAL SINDACO ORTELLI e nemmeno tutti gli altri. E  spieghiamo il perché.

Per il 20 Luglio (sabato) fu convocato un Consiglio Comunale straordinario per approvare una mozione congiunta sui tempi di rimozione della Costa Concordia poi rimandato in quanto la suddetta mozione (che il Sindaco doveva scrivere) il venerdì non era agli atti e quindi non si sapeva cosa si doveva votare e ne tantomeno il contenuto.

Il 4 Agosto il Consiglio si riunì, sempre in seduta straordinaria, ed esaminò la mozione concordata con il Capogruppo di Minoranza Brothel che precedentemente aveva fatto più volte presente al Sindaco di limitare la stessa solo ai tempi di rimozione ed al proseguimento ad oltranza dei lavori senza aggiungere altro. Del resto l’oggetto dell’argomento, deciso dal sindaco, faceva riferimento esclusivamente a: “Stato di emergenza Costa Concordia, Mozione sugli ultimi eventi relativi alla tempistica dei lavori di rimozione del relitto”. Per il sindaco la questione da trattare si doveva riferire alla sola tempistica dei lavori,

Il Sindaco, successivamente, volle inserire, nella prefazione della proposta di delibera:

“TENUTO CONTO che l’Amministrazione Comunale,
su delega del Commissario Straordinario per l’Emergenza, dott. Franco Gabrielli, si è sobbarcata l’anticipo di molte spese (AD OGGI CIRCA  € 550.000) per la stessa emergenza a sostegno del Nucleo di Supporto del Soggetto Attuatore coordinato dalla Guardia Costiera, per la logistica del Corpo dei Vigili del Fuoco, così come ha dovuto sostenere spese connesse con la stessa vicenda od a causa di essa, e che a tutt’oggi non risultano rimborsate, sebbene la documentazione sia stata formalizzata per le vie ufficiali, in conformità a quanto rilevato nel secondo capoverso della Nota del Dipartimento Protezione Civile (prot. n. VCD/0046233 del 02/07/2012) a firma del dott. Franco Gabrielli!;

CONSIDERATO che a far data dal 1 gennaio 2013 le spese producono effetti distorsivi sulla contabilità del Comune, stante la soggezione dello stesso al Patto di Stabilità e quindi all’obiettivo di saldo finanziario dallo stesso imposto, dal momento che le spese relative allo stato di emergenza sono inevitabilmente comprese nella gestione ordinaria del bilancio e che le stesse incidono significativamente sulla cassa compromettendo la liquidità necessaria alla gestione delle spese correnti;

e nel susseguente punto 7 della delibera:

7 che sia sostenuta ogni azione possibile affinché l’Amministrazione Comunale sia liquidata delle spese anticipate per l’Emergenza e sostenute dal 1 agosto 2012 ed ancora non saldate da Costa Crociere Spa o dagli assicuratori, come stabilito dalla corrispondenza (come da ultimo la nota prot. n. VCD/0046233 del 02/07/2012 a firma del dott. Franco Gabrielli)

La Minoranza aveva fatto presente più volte l’irregolarità di anticipare dalle casse comunali spese non sostenibili e non certe di essere poi incassate (ad oggi pagate solo quelle fino al 1 Agosto 2012). Il Sindaco ha sempre affermato di essere “coperto” dal mandato ricevuto dal Prefetto Gabrielli, cosa che non ha mai prodotto. E in sede di Consiglio Comunale non ha voluto togliere i paragrafi sopraccitati che non avremmo votato ed ha ritirato quindi la mozione aggiungendo che in tali esborsi rientrava tutto quanto riferibile all’evento Costa Concordia e quindi anche le spese di trasferta sostenute per il ritiro dei vari premi conferiti al Comune. Il Vice Sindaco ci ha anche accusato di non capire ed ha abbandonato l’Aula tra l’indifferenza di tutti.

Il 16 Agosto scorso nell’incontro con la Popolazione, il Prefetto Gabrielli ad una precisa domanda su tali spese ha testualmente risposto: IL SINDACO HA SCELTO UN’ALTRA STRADA. Cioè ha fatto capire che Lui non ha MAI avallato ciò che ORTELLI ha fatto ed ha spiegato che la nota cui fa sempre riferimento era una semplice richiesta di rendicontazione di spese. In sostanza come dice un proverbio popolare IL SINDACO SE LA CANTA E SE LA SUONA perché ha raccontato una BUGIA.

Punto sul vivo, il Sindaco ha assicurato che entro fine mese Costa Crociere pagherà tutto. Non crediamo che il Dr. FOSCHI sia in fila alla Cassa di Risparmio di Genova per fare il bonifico ma tanto BUGIA più, BUGIA meno …

Resta il fatto che il buco in bilancio c’è e che le sorti del Comune dipendono dalla volontà di Costa Crociere di pagare cifre a Lei riferibili (così dice il Sindaco), in tempi brevissimi e nella totalità (cioè senza cavillare), altrimenti ci toccherà … il Commissario.

Ecco perché, come si è detto, gli amici americani non compreranno mai un’auto usata dal Sindaco ORTELLI. Noi nemmeno un triciclo … né nuovo, né usato.

Controlla anche

droga arresti orbetello capalbio isola del giglio giglionews carabinieri

Droga nascosta nel riso, due arresti

Droga nascosta nel riso, due arresti Droga nascosta in mezzo al riso. I carabinieri del …

Lascia un commento