Progetto Giglio sulla bonifica della discarica

minoranza lista civica progetto giglio muti isola del giglio giglionews
Progetto Giglio sulla bonifica della discarica
CARI GIGLIESI E NON, RIAPRITE IL PORTAFOGLIO… SE MAI L’AVETE CHIUSO

Il Comune di Isola del Giglio aveva ottenuto dalla Comunità Europea, nel Maggio 2012 e dopo un iter decennale, un finanziamento a fondo perduto di € 2.834.424,95 per la completa bonifica della Discarica (Messa in Sicurezza Permanente – MISP) in Località Le Porte che è stato perso, e quindi revocato, in quanto il relativo progetto non è stato portato a termine (anzi non è nemmeno iniziato) nella tempistica prevista del 31 Dicembre 2015.

Per tale mancato adempimento la Regione Toscana (e quindi il Comune di Isola del Giglio di conseguenza) è sotto infrazione europea con una sanzione di € 200.000 semestrali a partire dal secondo semestre del 2015 fino a quando la bonifica non sarà comunque completata (ad oggi sono 600.000 euro, tra poco più di un mese il 1 Gennaio saliranno ad 800.000).

Al fine di “stoppare” la sanzione europea è stato elaborato un parziale e più ridotto progetto finanziato dalla Regione Toscana con decreto n. 12019 del 27/10/2016 per € 470.000 come Fondo in anticipazione per l’intervento di Messa in Sicurezza d’Emergenza (MISE) della Discarica in Loc. Le Porte e relativo piano di recupero in quanto il Comune non dispone delle necessarie risorse (dopo aver perso i circa 3 mln e dopo aver anticipato € 485.000 di spese in contenzioso con Costa Crociere).

Fermo restando che tale intervento (copertura con teli) non prescinde poi dall’effettuare la totale e completa bonifica, come previsto in origine (che dovrà comunque essere fatta negli anni futuri, dai futuri Sindaci) e che di tale parziale bonifica solo una minima parte sarà poi utilizzabile in seguito.

Chi volesse addentrarsi nell’incredibile storia di questa vicenda può leggersi il testo del Decreto che alleghiamo. (VISUALIZZA DECRETO)

Per Tutti comunque, residenti e non, sarà necessario riaprire il portafoglio (se mai l’avessimo chiuso) in quanto dovremo comunque restituire alla Regione Toscana quanto anticipato a partire, come cita il Decreto, dal 1 Gennaio 2018 fino al 30 Giugno 2025 con rate semestrali di € 29.375,00 cioè € 58.750,00 annui.

Dovremo poi ulteriormente riaprire il portafoglio (se mai l’avessimo chiuso) per far fronte alla sanzione comunitaria quantomeno pari ad € 800.000 (se la MISE terminerà entro il Giugno 2017) senza pensare a quanto in seguito ci costerà appunto la necessaria, imprescindibile e radicale bonifica della Discarica (circa 3 mln).

In una riunione pubblica del Dicembre 2015 lo stesso Sindaco se ne assumeva tutta la responsabilità.

Cari Gigliesi e Non, Vi siete fatti un’idea di chi pagherà tutto questo? Nelle prossime bollette …

Controlla anche

pulizia fondali relazione quindicinale gabbianara costa concordia isola del giglio giglionews

Pulizia fondali: relazione quindicinale 1 – 15 Marzo

Pulizia fondali: relazione quindicinale 1 – 15 Marzo Pubblichiamo di seguito la relazione quindicinale, elaborata …

4 commenti

  1. Gian Piero Calchetti

    ED ERA, APPUNTO, IN QUANTO PARTE IN CAUSA, PER I MAGGIORI ONERI TRIBUTARI CHE SARò CHIAMATO A SOSTENERE, ALLA CORTE DEI MCONTI, QUALE MAGISTRATURA CONTABILE, CHE AVEVO INTENZIONE D’INOLTRARE UN INVITO AD INDAGARE, A MENO CHE NON LO FACCIA LA REGIONE TOSCANA, IN VESTE, TRA L’ALTRO, DI CREDITRICE. GRAZIE GALLI PER LE ESAUSTIVE INTEGRAZIONI INFORMATIVE.

  2. In risposta a quanto richiesto dal Dr. Calchetti:

    – il documento di revoca del finanziamento a fondo perduto di € 2.834.424,95 è stato pubblicato nella Banca Dati della Regione Toscana a Novembre 2015 e lo può trovare a questo link http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/indexAttiD.xml digitando il numero 5405 e l’anno 2015 ed è un dato certo;

    – nel Consiglio Comunale del 30 Maggio u.s. è stato approvato il Bilancio Consuntivo 2015 dove, in ottemperanza a tale decreto, veniva cancellata la relativa posta in Entrata ( il Gruppo Progetto Giglio usciva dall’Aula al momento della votazione facendo notare che veniva certificata la pagina più’ nera nella storia dell’Isola del Giglio con ripercussioni sulle attuali e future generazioni )

    – un dato certo è altresì il finanziamento di € 470.000 da rimborsare in 8 rate semestrali a partire dal 1.01.2018 come dal Decreto che abbiamo allegato;

    – altro dato certo le sanzioni comminate dalla Comunità Europea ben esplicate nel Decreto che, in futuro, dovrebbero riverberarsi sulla Regione Toscana e di conseguenza sul Comune di Isola del Giglio;

    – per quanto a conoscenza non sappiamo di indagini in corso anche se in caso di perdita di finanziamenti crediamo sia d’obbligo, da parte della Regione Toscana, trasmettere gli Atti alla Corte dei Conti, Magistratura contabile.

    PROGETTO GIGLIO

  3. Gian Piero Calchetti

    INCREDIBILE MI SEMBRA POCO. MI PIACEREBBE SAPERE, SE NEI BILANCI, SI EVIDENZIANO QUESTE PERDITE CHE “PROGETTO GIGLIO” ASSERISCE COME CERTE. COSI’ COME VORREI SAPERE, SE ERANO EVIDENZIATE, CHI HA APPROVATO O BOCCIATO IL BILANCIO E, SOPRATTUTTO, SE LA MAGISTRATURA HA INDAGATO O STA INDAGANDO IN MERITO A QUESTO ASSAI ONEROSO “PASTICCIO” AMMINISTRATIVO. ATTENDO INFORMAZIONI, RISERVANDOMI D’AGIRE DI CONSEGUENZA.

  4. Incredibile !!!

Lascia un commento