esempio decorazione soluzione c palio marinaro isola del giglio giglionews

Barche del Palio: una “Soluzione C”?

Barche del Palio: una “Soluzione C”?

Sono molti i lettori che in questi giorni si sono rivolti alla nostra redazione, di persona, con messaggi privati o con commenti sui social network, per esprimere la propria opinione in merito al sondaggio proposto dall’Associazione San Lorenzo sulle barche del Palio.

Sia chi ha già votato ma soprattutto i tanti che ancora non lo hanno fatto hanno espresso delle perplessità sulle due soluzioni proposte.

Per capire meglio:
– alcuni di coloro che hanno votato la soluzione A lo hanno fatto principalmente per la condivisione dell’idea del sorteggio ma allo stesso tempo vorrebbero veder decorate, anche un minimo, le tre imbarcazioni;
– anche alcuni di coloro che hanno votato la soluzione B, per dare “colore” ai 3 gozzi, non nascondono il desiderio di veder assegnati i battelli in base ad un regolare sorteggio;
– i tanti che ancora non hanno votato, non sanno se lo faranno perché non soddisfatti da nessuna delle due soluzioni.

Per riassumere, la maggioranza degli interessati alla questione ha come punti fermi: il sorteggio delle imbarcazioni (“…come avviene solitamente in tutte le gare remiere per fugare anche il minimo sospetto…”) ed una decorazione (“…colorata ma elegante e non carnevalesca …”) dei 3 battelli.

Da qui la nostra proposta, da sottoporre all’attenzione dell’Associazione San Lorenzo, di una salomonica soluzione C, ovvero:

  • bandire annualmente, durante l’inverno, un concorso di idee tra gli alunni delle scuole gigliesi o tra gli artisti isolani per proposte di decorazione delle 3 imbarcazioni (come avviene in altre realtà con la realizzazione del drappo del Palio);
  • una volta scelta la proposta più bella, effettuare un sorteggio dei battelli nel mese di Aprile o durante il periodo pasquale (magari anche in concomitanza con qualche evento);
  • una volta sorteggiate le barche, trasformare le proposte di decorazione, tramite tipografia, in adesivi per imbarcazioni (come mostrato nella foto di esempio del Palio di Livorno), facilmente rimovibili a fine manifestazione con la possibilità di riproporre un nuovo concorso di idee ogni anno;

oppure

  • colorare le barche tutte uguali con decorazioni generiche ed applicare la bandiera del rione solo dopo aver effettuato il sorteggio.

Nella speranza di aver riassunto il più possibile, attraverso questa nostra “soluzione C”, le esigenze di quanti si sono rivolti alla nostra redazione, invitiamo chi avesse altre idee a farle presenti tramite commento a questa notizia entro il 31 Gennaio in modo da poter fornire all’Associazione San Lorenzo, che dovrà decidere, uno spettro più ampio di opinioni largamente condivise.

Controlla anche

logo associazione san lorenzo isola del giglio giglionews

Associazione San Lorenzo: riunione di fine anno

Associazione San Lorenzo: riunione di fine anno Dopo l’ultimo incontro del 1 OTTOBRE scorso, siete TUTTI …

4 commenti

  1. Soluzione C: si potrebbe predisporre una piastra metallica sui fianchi delle imbarcazioni, di uguali dimensioni per tutte e tre ed applicarvi un adesivo su base magnetica, in modo da intercambiarli a piacimento anche 10 minuti prima della partenza…..gli adesivi magnetici li ho personalmente testati fino a 150 km/h attaccati alle fiancate della mia macchina….lo spessore di tali adesivi si aggira attorno ad un paio di millimetri e sono ritagliabili in qualsiasi forma e misura.
    Spero di aver dato un contributo…
    Sergio Centurioni detto Bergher o Ghego.

  2. io sarei dell’avviso di sorteggiare le barche nel periodo natalizio con o senza gli equipaggi magari abbinata o a una bella tombolata in piazza con lotteria e tante frittelle x quanto riguarda la spettacolarizzazione delle barche io le lascerei cosi bianche con sulla prua la bandierina del rione ridare il nome alle barche CANNELLE CALDANE ED ARENELLA e destinare i soldi preventivati x modificare l’estetica delle barche in promozioni che ricordino i 50 anni del nuovo palio magari mostre fotografiche o facendo fare C D commemorativi ( mettendoli in vendita) sono convinto con successo

  3. Antonio Ansaldo

    Salute.
    Sono molto contento che la gente abbia capito quello da me suggerito giorni fa.
    Bisogna prima sorteggiare le barche poiche’ come ho detto ,sicuramente, queste non sono simili tra di loro.Tutto questo per fare una cosa GIUSTA.
    Dopo possiamo dipingerle con i 6 colori e il nome del rione sulla fiancata. Tutto questo per fare una cosa BELLA. NON possiamo scindere queste 2 proposte.
    Insisto poi nel portare avanti il mio pensiero di dover sorteggiare anche gli equipaggi.
    Oggi al Giglio abbiamo 5/6 atleti piu’ bravi di altri (sempre secondo il mio capire), forti della loro eta’, esperienza di vittorie,struttura fisica,e forza caratteriale. I nomi di questi ragazzi sono :Orlandini Francesco,Bossini Alessandro,Fanciulli Luca,Ansaldo Lorenzo,Rum Giorgio,Gioia Rene’.Se soltanto 3 di questi
    salgono sulla stessa barca per gli altri e’ notte fonda.
    Ripeto sarebbe bello il primo di luglio sorteggiare questi campioni in una serata dove tutta la tifoseria emozionata, tende l’orecchio per sentire su quale barca e per quale rione s’imparentera’ uno di questi ragazzi,facendo vivere (con quella del vino) la piu’ bella tradizione dell’isola.
    Il Barbottone

  4. Io sono d’accordissimo con la soluzione : C

Lascia un commento