Minoranza: richiesta relazione cognitiva sui contributi

minoranza lista civica progetto giglio muti isola del giglio giglionews

COMUNE DI ISOLA DEL GIGLIO
GRUPPO CONSILIARE
“PROGETTO GIGLIO”

 

Egr. Dott. Lucio LUZZETTI
Segretario Generale e Membro della
Centrale Unica di Committenza
Comune di Monte Argentario e
Comune di Isola del Giglio

Oggetto: Richiesta Relazione ricognitiva sullo stato dei contributi finanziari, concessi dallo Stato e non utilizzati (o utilizzati in modo parziale), destinati alla realizzazione di opere pubbliche.

In relazione alla fattispecie, in oggetto indicata, si premette che ai sensi della legge 267/2000 la S.V., quale Segretario titolare dell’Ente, svolge compiti di collaborazione e funzioni di assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi dell’ente in ordine alla conformità dell’azione amministrativa alle leggi, allo Statuto e ai regolamenti.

A motivo di ciò e con riferimento a quanto prevede l’art. 1 del D. Lgs n.33/2013 che testualmente recita:
“la trasparenza è intesa come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all’attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche”

i sottoscritti Consiglieri Comunali del Gruppo “Progetto Giglio” chiedono formale Relazione ricognitiva sullo stato dei contributi finanziari, concessi dallo Stato e dalla U.E., non utilizzati (o utilizzati in modo parziale) destinati alla realizzazione delle seguenti opere pubbliche:

  1. lavori di ristrutturazione e risanamento conservativo della Delegazione Comunale di Giglio Porto, Via del Castello.
    I lavori sono stati finanziati interamente con contributo ministeriale. Sull’argomento il Sindaco con apposito comunicato (Giglionews del 28.10.2015) ha assicurato che i lavori sarebbero ripartiti utilizzando apposito finanziamento della Cassa Depositi e Prestiti.
    In realtà i lavori sono stati ripresi e poco dopo interrotti, determinando uno stato di disagio per il personale che, in quelle stanze dovrebbe operare.
  2. Lavori di messa in sicurezza idrogeologica del Castello – versante Arenella.
    Nell’ambito dei rischi geologici che caratterizzano il nostro paese, uno di quelli che comporta un maggior impatto socio-economico è il rischio geologico-idraulico. Con questo termine si fa riferimento al rischio derivante dal verificarsi di eventi meteorici estremi che inducono a tipologie di dissesto tra loro strettamente interconnesse, quali frane, esondazioni etc.
    L’opera è stata interamente finanziata (685.000 euro) dal Ministero dell’Ambiente (2008/2009), in seguito alla presentazione di una richiesta avanzata corredata da un progetto di massima e già oggetto di possibile revoca, come da dichiarazioni alla stampa rilasciate dal Ministro dell’Ambiente Galletti nel Novembre 2014, stante l’inutilizzo da diversi anni di tali fondi.
  3. Sospensione lavori di costruzione palestra a Giglio Campese.
    Siamo al “quinto anniversario” dalla “sospensione dei lavori” (giugno 2012) e, a ben vedere, l’opera realizzata parzialmente, ma finanziata interamente, sembra completamente abbandonata.
  4. Centro culturale di Giglio Porto.
    In questo caso risulterebbe approvato un “progetto preliminare/definitivo, con a corredo il “nulla osta archeologico”, localizzato nell’area ex scuola media prefabbricata a Giglio Porto. Quest’opera già inserita nella programmazione triennale aveva un costo complessivo di €. 697.000,00 e beneficiava di un contributo di €. 300.000,00 da parte della Azienda Sanitaria Locale di Grosseto in virtù di accordo con il Direttore Generale dell’epoca, e, per la differenza, di un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti.
  5. Realizzazione dei lavori inerenti la progettazione interna della Torre di Giglio Porto .
    Dopo aver consolidato la parte esterna, con contributo dell’Unione Europea, l’Amministrazione Brothel ha affidato la progettazione interna, previa gara, ad un noto studio di architettura di Roma che ha redatto il progetto di massima e definitivo. L’Amministrazione Ortelli ha rescisso il contratto con i professionisti, ha pagato 24 mila euro per le prestazioni effettuate, motivato dal fatto che, nel frattempo, il Comune si era dotato di un dirigente (architetto) abilitato alla progettazione di complessi monumentali. Sono trascorsi diversi anni ma di questa progettazione nulla è dato sapere.
    In questo caso non risulta corrisposto alcun tipo di finanziamento. Solo si vuol chiedere se sia stato definitivamente abbandonato ovvero conoscere la definizione dell’iter burocratico.
  6. PIP – Strada Campese / Allume.
    Alcuni anni fa ci fu assegnato un contributo di € 1.100.000,00 (€ 550.000,00 riferiti al 2008 e € 550.000,00 riferiti al 2009), nell’ambito del finanziamento DUPIM 2008/2013 concesso dal Ministero dell’Interno per la realizzazione della strada di collegamento Campese – Allume, con relative opere di urbanizzazione sottostanti la sede stradale, propedeutica all’avvio degli insediamenti produttivi in loc. Allume. Da ricordare che, ignorandone il motivo, di questo finanziamento, abbiamo già incassato 470.000 euro.
  7. Finanziamento Ministero Ambiente percorso museale della Rocca.
    Finanziamento di euro 800.000 concesso dal Ministero dell’Ambiente nell’anno 2012 al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano destinato ad un percorso museale della Rocca di Giglio Castello.

Per il momento, ma solo per il momento, questo richiedono gli scriventi consiglieri, con espressa riserva di richiedere successivamente, ed eventualmente, copia degli atti riguardanti le singole opere.

Ringraziano anticipatamente e, certi di un pronto riscontro, porgono distinti saluti.

I CONSIGLIERI COMUNALI
Paola Muti, Gabriello Galli e Alessio Agnelli

Print Friendly

Controlla anche

ecomostro giannutri legambiente comune minoranza isola del giglio giglionews

La Minoranza sull’ecomostro di Giannutri ed il “condono” nel Parco

COMUNE DI ISOLA DEL GIGLIO GRUPPO CONSILIARE PROGETTO GIGLIO GIANNUTRI, L’ECOMOSTRO E IL “CONDONO EDILIZIO” …

Lascia un commento