Il relitto del galeone spagnolo al Capel Rosso

Il relitto del galeone spagnolo al Capel Rosso

Durante il memorabile assedio di Orbetello del Giugno 1646, episodio di un conflitto armato fra le due principali potenze europee dell’epoca – Francia e Spagna-, decine di navi delle rispettive flotte da guerra si trovarono a navigare fra l’Argentario e il Giglio.

Nonostante la bella stagione, una tempesta costrinse un galeone spagnolo a ripararsi a ridosso dell’isola del Giglio, dove purtroppo affondò nella zona del Capel Rosso. Nel 1962 un subacqueo, Raniero Maltini, a cui poi fu intitolata la Scuola Media di Giglio Porto, durante un’immersione per delle ricerche di biologia marina, ne scoprì per caso il relitto.

Il seguente articolo, pubblicato per gentile concessione dell’autore, architetto Giacomo Vitone di Torino e della Redazione della rivista “Argentariana” del Centro Studi Don Pietro Fanciulli di Porto Santo Stefano, racconta la faticosa opera di identificazione del relitto sottomarino dell’antica nave spagnola.

galeone spagnolo capel rosso isola del giglio giglionews

Print Friendly

Controlla anche

a quattro zampe nelle onde libro isola del giglio giglionews

“A quattro zampe nelle onde”: presentazione al Giglio

“A quattro zampe nelle onde” La storia dei cani eroi della Sics arriva al Giglio …

Lascia un commento