armando schiaffino isola del giglio giglionews dissalazione

Energie rinnovabili: quali progetti per ricevere finanziamenti?

Energie rinnovabili: quali progetti per ricevere finanziamenti?

Con riferimento al mio precedente intervento del 5 settembre u.s. e della conseguente risposta del Sindaco del 17 successivo (supportata da una nota del presidente pro-tempore dell’Acquedotto del Fiora) rilevo innanzitutto l’assoluta mancanza di argomenti tesi a giustificare la mancata realizzazione, a suo tempo, del secondo dissalatore. In un intervento su Giglionews del 17 aprile 2011 il Sindaco aveva infatti affermato testualmente “nel corso del 2004 feci stendere diverse tubazioni lungo tutto il centro urbano del Campese e feci sostituire il 90% della rete idrica e con gli impianti arrivai fino alla zona dell’Allume, luogo nel quale si installerà l’impianto di produzione …”, parole con cui il Sindaco, “more solito” si ascriveva meriti di altri organi (nella fattispecie l’Acquedotto del Fiora) “meriti” che si sono poi convertiti ridicolmente in “colpe” per avere realizzato, con evidente sperpero di pubblico denaro, opere rimaste incompiute.

Ma il motivo principale che giustifica la presente mia nota a tre mesi di distanza dalla precedente è riconducibile all’affermazione del presidente dell’Acquedotto del Fiora dove si affermava “Per quanto riguarda l’energia elettrica attivata per il funzionamento l’Acquedotto del Fiora è consapevole dell’impegno economico necessario e a questo proposito ha aderito a un progetto generale assieme ad altri enti e società per la ricerca di fonti energetiche alternative ….”.

I procedimenti di dissalazione comportano infatti una spesa cospicua per l’approvvigionamento elettrico, che mettono a rischio il funzionamento degli impianti stessi. L’attuale crisi idrica presente nell’isola di Giannutri ne è la tragica testimonianza.

Effettivamente gli articoli 4 e 5 del protocollo di intesa per la realizzazione del progetto “Smart island” fanno riferimento alla necessità di reperire fondi per la ricerca di fonti energetiche alternative. Il protocollo era stato firmato l’ 8 giugno 2015 dal Comune di Isola del Giglio, la SIE “Società Impianti Elettrici srl”, l’ “Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano”, l’ ”Acquedotto del Fiora Spa”, la “Terna plus Spa” e la “IBM Italia Spa”.

Il Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 14 febbraio scorso prevede fondi per la promozione e l’ammodernamento delle reti elettriche isolane con finanziamenti a fondo perduto, intendendo favorire la penetrazione delle fonti rinnovabili nelle isole minori e il conseguente obbligo, per i gestori dei servizi elettrici, di avere presentato entro il 31 dicembre 2017 al Ministero dello Sviluppo Economico, all’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, alle Regioni e ai Comuni interessati un programma tecnico ed economico in cui sia prevista la conversione, anche parziale, degli esistenti impianti di produzione elettrica a fonti rinnovabili. Visto lo stanziamento di vari milioni di euro, il Decreto ha giustamente previsto la necessità di idonei strumenti di programmazione e relativi progetti, requisiti opportunamente richiesti per consentire la concreta utilizzazione dei finanziamenti stessi: la recente storia amministrativa del Comune di Isola del Giglio testimonia infatti tristemente l’incapacità di utilizzare cospicue somme di denaro elargite a fondo perduto, in alcuni casi addirittura due volte e da organi diversi della pubblica amministrazione.

Sarebbe quindi interessante conoscere se sia stato rispettato, qualora perentorio, il termine per la presentazione del progetto tecnico-economico di ammodernamento e rafforzamento della rete elettrica gigliese, funzionale all’installazione di fonti rinnovabili e dei relativi finanziamenti.

Sarebbe inoltre opportuno conoscere quali siano stati al riguardo eventuali interventi istituzionali di tipo collaborativo nei confronti dell’ente gestore dei servizi elettrici non solo da parte dell’Amministrazione Comunale ma anche dell’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e dell’Acquedotto del Fiora.

Armando Schiaffino, ex Sindaco Isola del Giglio

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

talani isola del giglio giglionews

Addio al maestro Talani, autore de “L’uomo che salva il mare”

Addio al maestro Talani, autore de “L’uomo che salva il mare” Addio al maestro Giampaolo …

Lascia un commento