Attilio Brothel, Sindaco

COMUNE DI ISOLA DEL GIGLIO
PROVINCIA DI GROSSETO

In merito alla lettera della dott.ssa Fabrizi del 12.12.2005 cui rispondo , mi preme far rilevare che l’istanza della stessa è pervenuta al Comune il 25 novembre u.s., in epoca successiva all’invio dell’ordine del giorno ai consiglieri comunali, nel quale sono elencati gli argomenti da trattare.

Tuttavia, faccio presente altresì che , se anche la stessa lettera fosse pervenuta in anticipo, la discussione delle problematiche contenute nella nota stessa, non potevano essere portate in discussione del Consiglio Comunale, in quanto la normativa vigente attribuisce al Consiglio Comunale, organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo, l a competenza esclusiva nei seguenti atti fondamentali :

– lo Statuto del Comune e quelli delle aziende speciali, i regolamenti, la definizione dei criteri generali per l’organizzazione degli uffici e dei servizi;
– i programmi, le relazioni previsionali e programmatiche, i piani finanziari ed i programmi triennali e l’elenco annuale dei lavori pubblici, i bilanci annuali e pluriennali e relative variazioni, i conti consuntivi, i piani territoriali e urbanistici, i programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione e eventuali deroghe ad esse, i pareri da rendere in dette materie;
– le convenzioni tra Comuni e quelle tra Comuni e Provincia, la costituzione e la modificazione di forme associative;
– l’istituzione, i compiti e le norme sul funzionamento degli organismi di decentramento e di partecipazione;
– l’assunzione diretta dei pubblici servizi, la costituzione d’istituzioni e d’aziende speciali, la concessione dei pubblici servizi, la partecipazione dell’ente locale a società di capitali, l’affidamento d’attività o servizi mediante convenzione;
– gli indirizzi da osservare da parte delle aziende pubbliche e degli enti dipendenti, sovvenzionati o sottoposti a vigilanza;
– l’istituzione e l’ordinamento dei tributi, con esclusione della determinazione delle relative aliquote, la disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei beni e dei servizi, la determinazione per i servizi pubblici di tariffe o corrispettivi a carico degli utenti anche in modo non generalizzato;
– la contrazione dei mutui non previsti espressamente in atti fondamentali del Consiglio Comunale e l’emissione dei prestiti obbligazionari;
– le spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi, escluse quelle relative alle locazioni di immobili ed alla somministrazione e fornitura di beni e servizi a carattere continuativo;
– gli acquisti, le alienazioni immobiliari, le relative permute, gli appalti e le concessioni che non siano previsti espressamente in atti fondamentali del Consiglio o che non ne costituiscano mera esecuzione e che, comunque, non rientrino nell’ordinaria amministrazione di funzioni e di servizi di competenza della Giunta, del Segretario o di altri Funzionari;
– la localizzazione della sede comunale;
– l’accettazione o il rifiuto di lasciti e donazioni.

Chiarito questo aspetto, non posso che confermare che l’Isola del Giglio, con la realizzazione dell’impianto del dissalatore (2004) ed il suo potenziamento (giugno 2005), in termini di produzione giornaliera di acqua di qualità ( piano piano si è riuscita ad eliminare la colorazione giallognola degli anni passati), ha raggiunto la piena e completa autonomia idrica , con produzione di acqua, così come è vero ( purtroppo) che si verificano interruzioni del flusso idrico (specialmente nel periodo estivo) a causa di guasti alla rete idrica che, mi dicono, vengono riparati quanto prima, proprio per evitare i disagi ai cittadini dovuti alla temporanea mancanza di acqua, tanto è vero che la stessa società ha organizzato, in proposito, un efficiente servizio di reperibilità del proprio personale, anche nei giorni prefestivi e festivi .

A questo riguardo, per avere un quadro più preciso della situazione idrica in ordine alla mancanza di acqua segnalata, ho già chiesto all’Acquedotto del Fiora Spa – di far conoscere le proprie deduzioni in ordine al contenuto della nota di cui sopra, avuto riguardo alla specifica competenza, quale gestore del servizio idrico.

Nessuno disconosce che, particolarmente nel periodo estivo , si sono verificati guasti all’acquedotto (a Giglio Porto, coma a Campese e Castello) e che, da parte dei cittadini,, sono pervenute molte richieste di informazioni e chiarimenti verbali, puntualmente forniti.

I cittadini hanno capito , compreso e , data la situazione , pazientato.

Tutti hanno, per così dire, sopportata il disagio temporaneo della mancanza d’acqua.

Rammento che fino allo scorso anno, la situazione del servizio idrico effettuato con le navi cisterna era di gran lunga peggiore dell’attuale, eppure – a parte le legittime lamentele verbali al momento – i gigliesi ( ma anche i turisti) si erano abituati a convivere nella situazione di disagio.

Come Amministrazione Comunale, fin dallo scorso anno abbiamo sollecitato la dirigenza dell’Acquedotto del Fiora Spa , a provvedere alla progettazione e realizzazione di tratti di rete idrica che necessita di essere sostituita, nel centro abitato di Giglio Castello, data la vetustà dell’impianto originario che risale agli anni 50.

All’inizio della stagione turistica, nonostante che vi fossero , le “solite sirene” che preannunciavano per Campese una stagione da lacrime, sotto il profilo della fornitura dell’acqua, Acquedotto del Fiora Spa – sollecitato costantemente dagli amministratori comunali – ha realizzato una condotta idrica provvisoria da Castello per Campese che ha garantito in quella località la piena autonomia idrica per l’intera stagione, come mai non si era verificato.

In questi giorni sono state portate sull’Isola le tubazioni in acciaio per stendere la rete idrica definitiva nello stesso tratto, i cui lavori dovrebbero iniziare nel prossimo mese di gennaio 2006.

Con l’occasione si fa presente che sono già state portate sull’Isola le tubazioni in acciaio necessarie per sostituire la condotta idrica ( estremamente fatiscente) che va dall’impianto di dissalazione al deposito idrico in loc. Monticello ( che serve la zona dell’Arenella e la zona di Via del Castello a Giglio Porto), i cui lavori dovrebbero iniziare prevedibilmente nel prossimo mese di gennaio 2006.

Siamo perfettamente consapevoli che le opere del servizio idrico sono di primaria importanza, ma che hanno costi molto elevati, sulle quali l’Amministrazione Comunale – in pieno accordo con la Regione Toscana e l’Acquedotto del Fiora Spa – intende proseguire nella sostituzione delle condotte idriche fatiscenti, attraverso un programma finanziario, per arrivare al completo rifacimento dell’impianto idrico, che risulta davvero in precarie più fatiscente perché risalente agli anni 1950 e quindi, ovviamente, la sostituzione dell’impianto deve essere programmata nel corso del tempo, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, a cominciare da quello che da i maggiori disagi all’utenza.

Concludo sottolineando che, almeno chi conosce la situazione idrica dell’Isola ( o in genere delle altre isole minori italiane), è perfettamente consapevole che vi sono stati miglioramenti assolutamente straordinari rispetto al passato anche recente ed un confronto tra realtà insulari, sicuramente l’Isola del Giglio risulterebbe di gran lunga la migliore, nonostante tutto.

IL SINDACO
ATTILIO BROTHEL

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

ricordo bruno begnotti isola del giglio giglionews

Addio a Bruno Begnotti, l’architetto gigliese onorario

Addio a Bruno Begnotti, l’architetto gigliese onorario L’isola, ed in particolare la sua amata Caletta …

Lascia un commento