Minoranza: “Paola Muti ci sarà sempre per tutti”

COMUNE DI ISOLA DEL GIGLIO
GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA

PAOLA MUTI CANDIDATA A SINDACO CI SARA’ SEMPRE PER TUTTI.

Nemmeno hanno aspettato l’ufficializzazione della candidatura a sindaco della Professoressa Paola MUTI per lanciare in maniera subdola, con un passaparola, il messaggio “…Quella (la Muti)  non verrà e non ci starà mai al Giglio…”.

E’ ovvio, banalmente ovvio, che la pubblicità subliminale così concepita non può che provenire da certi ambienti formati da persone  ipocrite abituate a dare notizie ingannevoli e false,  per proprio tornaconto.

Noi pensiamo che questa volta gli elettori puniranno chi, in Comune, c’è sempre stato ma  non ha fatto nulla di nulla per la Comunità  anzi, ha combinato solo danni  che sono sotto gli occhi di tutti.

Come è possibile che in cinque anni non si possano concludere i lavori di una piccola palestra a Campese, come è possibile che i lavori della Delegazione Comunale, dopo cinque anni  non siano ancora conclusi, come è possibile che contributi finanziari certi e disponibili non siano stati utilizzati: per la  messa in sicurezza  idrogeologica della zona dell’Arenella per circa 700 mila euro, per la  strada Campese – Allume per 1.100.000 euro, per il Centro socio-sanitario al Porto – Via Trento, per 300 mila euro (50% del costo progettuale), per  il  progetto del  turismo sostenibile nella Rocca Pisana per 800 mila euro (finanziato al 100% dal Min. Ambiente) e molto altro ancora, compresa l’Isola di Giannutri dove i problemi sono rimasti irrisolti anzi  notevolmente aumentati nel quinquennio trascorso.

Dove sono i 380 parcheggi previsti nel programma elettorale del candidato sindaco Ortelli di cinque anni fa ? Ed i bagni pubblici già individuati alla radice del molo rosso al Porto ? E l’impianto di dissalazione del Campese (in Loc. Allume) alternativo a quello del Porto ?

Alla fine del quinquennio  tutte le promesse della campagna elettorale 2009 del sindaco Ortelli  si sono liquefatte anche perché per vincere ha dovuto fare ricorso a tutte le stampelle possibili formando una lista i cui risultati (deleteri) sono sotto gli occhi di tutti e dello stesso sindaco.

Oggi gli elettori si sono resi conto dello spettacolo di un’Amministrazione fallimentare. Abbiamo un’Isola  sporca, i servizi sociali allo sbando, le strade sporche e di nuovo malandate, i giovani messi da parte e costretti a emigrare, le famiglie disagiate abbandonate al loro destino, la raccolta differenziata ferma al palo, il turismo che ha perso competitività.

Ecco perché al Giglio un’Amministrazione Ortelli bis  non serve, sarebbe la fotocopia di quella trascorsa che tutti rifiutano.

Siamo sicuri che Paola Muti sarà certamente  il sindaco di tutti,  al di sopra delle contese, degli schieramenti, delle fazioni. Con Paola l’Amministrazione sarà  sentita come l’Amministrazione di tutti. E di certo tutti si potranno rivolgere al sindaco Paola Muti senza essere mai disattesi, non tanto nelle risposte ma nell’ascolto.

Per l’Isola sarebbe la prima volta di una donna e, contrariamente a quanto sostiene parte avversa, Paola MUTI ci sarà e ci sarà sempre per tutti, nessuno escluso.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

franco borghini sindaco monte argentario isola del giglio giglionews

Progetto Giglio: volontà di collaborazione con il sindaco Borghini

Progetto Giglio: volontà di collaborazione con il sindaco Borghini Progetto Giglio intende creare un’intensa collaborazione …

5 commenti

  1. Non c’è bisogno di studiare latino, una citazione così famosa si trova semplicemente, come ho fatto io, digitandone un pezzetto su Google!
    Il dottor Brothel dice che i miei commenti lo lasciano indifferente, leggendo l’alzata di scudi sua e del compagno Andolfi non direi proprio.
    Non vogliamo parlare poi dell’impeccabile prof. Andolfi che prende una cantonata antidemocratica cercando di limitare il flusso informativo e critico solo ai gigliesi. Io restringerei ancora più il campo ai residenti con diritto di voto sull’isola … in barba alla libertà d’espressione! Io continuerò finché spazi democratici me ne daranno modo, con buona pace di un irriconoscibile Andolfi.

    Dimenticavo, il mio indirizzo, per l’ennesima volta: via delle Ginestre 215.

    Un salutone a tutti, indistintamente e democraticamente!

  2. Giovanni Andolfi

    MIRKO SCOTTO, MARITTIMO LATINISTA
    Signor Mirko Scotto, apprendo con piacere che oltre ad essere un marittimo in attività, è un eccellente latinista.
    Ho un rimpianto, quello di non aver frequentato, pur essendo anch’ io un ex marittimo ormai felicemente in pensione, le stesse scuole Sue dove avrei potuto imparare così bene il latino.
    Io invece che l’ho studiato ormai tanti anni fa, ne ho solo un vago ricordo.
    Ora, se permette, vorrei farLe una richiesta: poiché le elezioni amministrative sono una cosa seria, La pregherei di interrompere i Suoi preziosi contributi e di far intervenire nel dibattito i soli Gigliesi; Lei potrà riprendere a scrivere quando la Professoressa Muti sarà diventata Sindaco.
    Certo di interpretare, con questa mia richiesta, il sentimento di molti altri isolani, ad accezione dei Suoi faziosi amici (ma chi sono?), cordialmente la saluto.

    Giovanni Andolfi

    P.S. Si è dimenticato nuovamente di darci il Suo indirizzo!

  3. Maurizio Scholl

    Mah…. in mancanza di smentite da parte della interessata mi sembra che la sua candidatura sia assodata. E’ una persona che sicuramente, per il suo curriculum, ha una visione globale di come va’ il mondo. Magari non avrà esperienza amministrativa spicciola. Ma sicuramente una visione extrainsulare. Ed il Giglio ha bisogno di amministratori capaci e di mentalità aperta. Capaci di sfruttare gli aiuti economici che arrivano dal governo centrale o dalla UE. Nell’era digitale non mi sembra che la presenza fisica debba essere garantita h24. Poi magari si sarà stufata di fare la ricercatrice.
    Vinca il migliore 😉

  4. Attilio Brothel

    Che Mirko Scotto sia il “portavoce” del sindaco Ortelli è ormai convinzione di molti . Qualche altro sospetta che sia uno pseudonimo di un politico locale di rilievo che non vuol apparire direttamente.
    Sia nell’uno che nell’altro caso ciò ci lascia perfettamente del tutto indifferenti.

  5. Adesso date retta ai commenti da bar? E se pure fosse? Dovete ammettere che la prima domanda che si fa ognuno è quanto la signora potrebbe essere presente sull’isola e per questo la curiosità è scoprire chi sarà il suo vice, ovvero colui (o colei) che effettivamente governerebbe l’isola.

    E poi … come dicevano i romani in tempi non sospetti. “Excusatio non petita … accusatio manifesta” (Giustificazione non richiesta, accusa manifesta)

Lascia un commento