“Progetto Giglio” presenta Patrizia Tievoli

Oggi vi presentiamo la candidata consigliere Patrizia Tievoli:

patrizia tievoli isola del giglio giglionewsSono Patrizia Tievoli, Gigliese di nascita e da generazioni, risiedo sull’Isola, ho 55 anni, sono figlia di Giuseppe Tievoli, detto il Boccetta e di Mamiliana Rossi, la Marchesina. Sono coniugata con Alvaro Andolfi e ho due figlie, Martina e Federica, alle quali abbiamo insegnato l’amore e il rispetto per il Giglio e la sua gente. Mi piace essere parte attiva del tessuto sociale della mia Isola, sono un membro del Comitato San Lorenzo, del Teatro dell’Isola, del Coro dell’Isola e di quello parrocchiale, del Circolo Culturale Gigliese e partecipo come volontaria agli eventi organizzati per promuovere tutto il nostro territorio. La famiglia però è la mia prima passione, a loro mi dedico con amore e per loro non risparmio energie. Anche i rapporti interpersonali e l’amicizia sono per me fondamentali nella vita, essi ci danno la misura del nostro essere individui che possono realizzarsi appieno solo rapportandosi con gli altri. Dall’età di 18 anni insegno nella scuola primaria, con grande trasporto e dedizione. L’educazione e la formazione dei bambini ha riempito la mia vita di grandi soddisfazioni, rendendomi orgogliosa della mia professione. Nonostante siano 36 anni che lavoro nel mondo della scuola, ho sempre voglia d’imparare nuove metodologie, affinare le mie tecniche d’insegnamento, e migliorare così il mio rapporto con alunni, colleghi e genitori. La collaborazione per me è fondamentale, perché il dialogo e il confronto ci aiutano a vedere le cose da un’ottica diversa. Sono sempre pronta a rivedere le mie posizioni, a riconoscere i miei limiti ed errori, ad intraprendere nuove esperienze e a realizzare nuovi progetti, per essere un punto di riferimento attendibile, rassicurante e affidabile. In questo modo, spero, i miei bambini potranno crescere, insieme a me, per diventare donne e uomini di domani, consapevoli delle loro potenzialità e delle loro effettive capacità, pronti ad operare scelte giuste ed obiettive, per se stessi, le loro future famiglie ed il loro paese. Ho sempre vissuto al Giglio, tranne un periodo di tre anni, durante il quale ho vissuto a Livorno, dove mio marito lavorava. Lì avevamo casa, mio marito un’occupazione molto ben remunerata, io avevo vinto il concorso e lavoravo in una delle scuole più prestigiose della città. Ma ci mancavano le cose più importanti: le nostre famiglie, i nostri amici di una vita, il Giglio! L’amore per la nostra Isola ci ha quindi portati a fare una scelta che non pochi hanno definito azzardata e sconveniente: abbiamo deciso di tornare… e non ce ne siamo mai pentiti!

Non ho mai preso parte, se non di riflesso, alla politica e all’amministrazione del nostro paese, ho sempre creduto che fosse un’attività che richiedeva grande impegno, tanto tempo e notevoli capacità gestionali. Negli anni passati, in tanti mi hanno spinto a fare il grande passo, rassicurandomi che la cosa poteva essere alla mia portata, ma non ho mai accettato, non sono mai stata tanto convinta… questa volta invece, mi sono lasciata coinvolgere ed ho deciso di partecipare a questa “competizione”, nella compagine della lista civica di “Progetto Giglio”, varia nelle sue componenti e innovativa nel metodo e nella programmazione di governo. Sono certa che non sarò sola, che saremo una vera squadra in cui ognuno avrà il suo ruolo e le sue competenze, sicura che sarò ascoltata e supportata da tutti gli altri candidati. Il metodo di condivisione con la collettività, la collaborazione e la partecipazione diretta di tutti i cittadini sarà garanzia di scelte consapevoli e responsabili, mirate al miglioramento della vita degli abitanti e del territorio dell’Isola. Mi piacerebbe occuparmi del settore dell’Educazione e della Cultura: la formazione dei bambini e dei ragazzi è la mia vita, sono un’addetta ai lavori, ho chiari i bisogni e le esigenze degli studenti, dei colleghi e delle famiglie. Conosco anche il grande pericolo che corre da qualche anno la scuola del Giglio, e per questo vorrei battermi per il diritto sacrosanto ad una scuola di qualità. Intendo l’Educazione, non limitata all’età scolare, ma inserita in un’ottica permanente, quindi la mia attenzione sarà rivolta anche ai giovani e agli adulti che vorranno arricchire la loro formazione professionale.

Se i nostri paesani ci accorderanno fiducia, tutti insieme potremo fare piccole e grandi cose, per il Giglio e i suoi abitanti!

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

elezioni amministrative comunali isola del giglio giglionews

Lo spoglio delle Comunali in diretta dalle 14,00

Lo spoglio delle Comunali in diretta dalle 14,00 Inizierà nel primo pomeriggio di oggi, a …

Un commento

  1. Attilio Brothel

    una forte presenza quella di Patrizia, per testimoniare come si possa essere al tempo stesso madri, figlie, mogli,
    lavoratrici e studiose senza trascurare l`impegno pubblico che riguarda tutti e tutte e non può essere demandato.
    Di sicuro mette a disposizione la propria esperienza nel settore culturale e non solo.

Lascia un commento