Brothel e l’inaugurazione de I Lombi

SINDACO ORTELLI INAUGURA LA SALA DEI LOMBI PRIVA DEL COLLAUDO STATICO E DELLE CERTIFICAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE?

E’ paradossale che il Sindaco Ortelli inauguri la Sala dei Lombi per soli motivi elettorali, quando ancora non risulta completato il lavoro degli impianti elettrici, del condizionamento e dei dispositivi contro le scariche elettriche e, ovviamente, il collaudo statico o certificato di regolare esecuzione delle opere (che si spera di ottenere?).

Oggi la Sala dei Lombi, non è altro che un cantiere i cui lavori non sono stati ancora terminati. Come si fa ad inaugurare la sala dei Lombi, con tanto di folla in un cantiere edile? E poi, diciamolo chiaramente, solo per motivi elettorali? Perché non aspettare la fine di TUTTI i lavori?

Corre voce che domenica prossima 18 maggio p.v., dovrebbe venire inaugurata la sala dei Lombi restaurata. Non sarebbe stato opportuno fare critiche fino a ieri, tipo reclamare la primogenitura dei relativi finanziamenti o criticare che l’attuale amministrazione aveva colposamente omesso di recuperare gli ingenti debiti della precedente gestione (affitti arretrati, pagamento suolo pubblico, ecc.) allorché la vedova della buonanima vendette casa e cantina del debitore e se ne partì con i soldi: sarebbe sembrata una denigrazione da livore di parte. Ma se è vero che, per motivi elettorali, la sala viene aperta al pubblico senza che il certificato di collaudo (o certificato di regolare esecuzione) dei lavori e senza qualsiasi altro passaggio che ne garantisca formalmente e sostanzialmente l’agibilità, l’accusa di manovra elettorale non può che essere sollevata.

Siamo nel 2014 ed uno degli argomenti di primo piano che stampa e TV dedicano ai lettori ed ai telespettatori, riguarda la sicurezza delle strutture pubbliche, ma evidentemente ciò che è accaduto in passato, in diverse parti d’Italia, non ha insegnato nulla ad amministratori ed autorità dell’Isola che si preparano ad inaugurare la Sala dei Lombi in mancanza delle certificazioni di legge ed a garantire l’opinione pubblica che l’opera è stata realizzata a perfetta regola d’arte, come dimostrato – appunto – dalle certificazioni previste dalla normativa vigente.

Tra l’altro, è bene sapere che prima delle operazioni di collaudo occorre acquisire una serie di certificazioni che, allo stato, si presume difficilmente siano state ottenute.

In particolare è necessaria la:- dichiarazione dell’impresa installatrice degli impianti elettrico, idrico e del condizionamento; – certificazione energetica; – certificato di prevenzione incendi o documento analogo previsto dalla normativa rispetto alla classe dell’edificio o delle opere; – collaudo statico (nel caso di nuovi edifici o di rilevanti opere sulle strutture); – dichiarazione di conformità alla normativa sulle barriere architettoniche in caso di interventi sulle parti comuni;

***********************

da Wikipedia:” Nell’ambito dell’ingegneria, con il termine collaudo si fa riferimento ad una serie di operazioni messe in atto in modo da verificare il corretto funzionamento di un’opera di ingegno prima che questa venga destinata all’utilizzo. Nel caso di infrastrutture, viene svolto il cosiddetto collaudo statico, in cui si effettuano delle prove di carico, che hanno lo scopo di verificare la stabilità strutturale dell’opera costruita. Il Collaudo sismico coincide di fatto col collaudo statico dell’opera quando questa viene edificata in zona sismica. In Italia l’obbligatorietà del collaudo statico è regolamentata dalla Legge n.1086 del 5/11/1971

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

chiedetemi elezioni proposta franca melis isola del giglio giglionews

Le elezioni al Giglio

Le elezioni al Giglio Non ho mai seguito i dibattiti elettorali, queste sovrapposizioni di voci …

Lascia un commento