Home / news / News Isola del Giglio / Progetto Giglio: “L’Autunno caldo … di tasse”

Progetto Giglio: “L’Autunno caldo … di tasse”

Progetto Giglio: “L’Autunno caldo … di tasse”

I Gigliesi stanno piacevolmente sperimentando sulla loro pelle la bellezza di questo inizio di Autunno. Temperature miti, giornate bellissime e calde, mare calmo, in sostanza un bellissimo godersi la propria Isola.

Tra qualche giorno, si inizia il 16 Ottobre, sperimenteranno, sempre sulla loro pelle anzi sul loro portafoglio, un altro tipo di Autunno, ancora più caldo. E lo stesso lo sperimenterà anche chi all’Isola del Giglio è affezionato e ci ha comprato una seconda casa.

Nell’ultimo Consiglio Comunale ed in quello precedente l’Amministrazione Comunale ha deliberato tutta una serie di imposizioni fiscali che andiamo brevemente a riassumere:

TASI (Tassa Servizi Indivisibili e relativi costi sottoelencati) Anno 2014

SERVIZI INDIVISIBILI COSTI
SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE € 202.542,96
SERVIZI DI PROTEZIONE CIVILE €   12.800,00
SERVIZI SANITARI €   64.154,71
SERVIZI DI MANUTENZIONE STRADE E VERDE PUBBLICO € 167.335,33
SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA €   52.000,00
TOTALE € 498.833,00

Da pagare in 2 rate, la prima (acconto/pagamento unico) il 16 Ottobre (senza bollettino precompilato ma da calcolarsi in proprio) e la seconda (saldo) il 16 Dicembre con le seguenti aliquote.

Abitazione principale e relative pertinenze (ad eccezione degli immobili censiti al catasto Cat. A/1, A/8 ed A/9)  1 per mille
Immobili censiti al catasto Cat. A/1, A/8, A/9 adibiti ad abitazione principale 2,5 per mille
Aliquota per tutti gli altri fabbricati (ad esclusione della cat. D10) 2,5 per mille
Aliquota aree edificabili 1,60 per mille
Fabbricati rurali strumentali e Cat. D10 1 per mille

Dobbiamo rilevare che non più tardi di 10 mesi fa il Sindaco Ortelli (Delibera 36 del 2/12/2013 sulle aliquote IMU 2013) rivendicava la sua scelta di non incrementare Imposte e Tasse adducendo che tale scelta di non aumentare quella sulle seconde case era per agevolare i Gigliesi che hanno seconde case utilizzate dai figli residenti.

IMU (Imposta Municipale propria)

ALIQUOTA PER ALTRI FABBRICATI, diversi dall’abitazione principale: 8,1 per mille (anno 2013 7,6 per MILLE). Per l’anno 2014, l’IMU non è dovuta per l’abitazione principale e sulle pertinenze (una sola pertinenza per ognuna delle categorie C2/C6, C7).

Ripetiamo che dobbiamo rilevare che non più tardi di 10 mesi fa il Sindaco Ortelli (Delibera 36 del 2/12/2013 sulle aliquote IMU 2013) rivendicava la sua scelta di non incrementare Imposte e Tasse adducendo che tale scelta di non aumentare quella sulle seconde case era per agevolare i Gigliesi che hanno seconde case utilizzate dai figli residenti oggi invece portata alla massima imposizione possibile (complessivamente tra TASI/IMU 10,6 per mille). Da notare che l’aumento sulla categoria D (alberghi, pensioni e capannoni in generale), che fino al 7,6 per mille è totale appannaggio dello Stato, porterà l’intero aumento dello 0,5 nelle casse comunali evidenziando la necessità di far cassa anche su questa categoria.

TARI (Tassa sui Rifiuti)

Il costo del servizio per l’anno 2013 è stato di € 752.871,57 mentre per il 2014 di € 999.100,00 cioè oltre il 32% di aumento senza che lo stesso sia in qualche modo migliorato. Per talune categorie (Alberghi con ristorante per esempio) si passa dai € 5,19 per mq del 2013 a € 8,55 del 2014 con un aumento di oltre il 60%. I Bar passano da € 9,00 a mq del 2013 ad € 15,01 del 2014 (quasi il 70%). I Ristoranti/Pizzerie da € 9,00 a mq del 2013 ad € 19,64 del 2014 (oltre il 100%). La tabella relativa al calcolo sulle abitazioni è la sottostante. L’anno precedente con la TARES il costo era unico per mq e pari ad € 3,11. Nel 2014 la tassa sui rifiuti si compone di 2 parti 1 fissa (con aliquota al mq che varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare) ed 1 variabile da sommare alla precedente. Per esempio: nucleo familiare residente con 4 persone e casa di mq 100 parte fissa € 284 (2,84 x 100) parte variabile da sommare € 93,32 in totale € 377,32 contro € 311 del 2013 (oltre 20% di aumento. Il nucleo familiare con 5 o più componenti avrà diritto ad € 100 di detrazione. L’unica maniera per contenere tali costi imposti dal gestore SEITOSCANA (che presumiamo siano stati controllati e verificati dalla nostra Amministrazione) è di contenerli con l’aumento della raccolta differenziata, a parità di tipologia di servizio, il cui conferimento in discarica costerebbe circa la metà dell’indifferenziata. Politica scarsamente incentivata e promulgata dall’attuale Amministrazione. Scontiamo anche una scarsa attenzione avuta al momento della privatizzazione TOREMAR dove era auspicabile e lecito inserire nel bando la gratuità dei passaggi dei mezzi per il conferimento dei rifiuti alla discarica.

N. Componenti Superficie totale mq Parte fissa €/mq Parte Variabile
1 21.792 € 2,30 € 25,45
2 8.365 € 2,62 € 67,87
3 6.441 € 2,72 € 80,60
4 4.227 € 2,84 € 93,32
5 991 € 2,97 € 123,02
6 316 € 3,04 € 144,23
Pertinenze 4.655 € 2,72 € 0,00
Res. II° Abitazione 37.460 € 2,72 € 80,60
Non Residenti Abitativi 69.159 € 2,72 € 80,60
Persone Giuridiche 8.943 € 2,72 € 80,60

ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF

Il Sindaco ORTELLI passerà alla storia anche per essere stato il primo ad avere istituito l’Addizionale Comunale IRPEF, da quando nel 1997 venne istituita e poi nel 1999 data facoltà ai Comuni, di deliberarla ed applicarla. Le aliquote da applicare al reddito complessivo imponibile ai fini IRPEF sono le seguenti divise per scaglioni ed esentando i redditi sotto i € 15.000:

a) oltre € 15.000,00 e fino a € 28.000,00  aliquota 0,30%;
c) oltre € 28.000,00 e fino a € 55.000,00  aliquota 0,50%;
d) oltre € 55.000,00 e fino a € 75.000,00  aliquota 0,80%;
e) oltre € 75.000,00  aliquota 0,80%.

In sostanza per un reddito di € 30.000 ci saranno altre € 150 da versare al Comune. Il gettito 2014 previsto da questa nuova imposizione è di € 86.470,61 (cifra tutto sommato che con qualche taglio alle spese ed alle varie consulenze si poteva evitare ai Gigliesi).

Non crediamo ci debbano essere ulteriori commenti se non quello che in altri Comuni non si applica la TASI (vedi CAPALBIO) o l’ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF. Ultima considerazione da non sottovalutare anzi da valutare attentamente da parte dei Gigliesi e non. Il Comune di Isola del Giglio (“virtuoso” come lo definì il nostro Sindaco) ha 2 entrate che altre realtà non hanno:

TASSA DI SBARCO, istituita anche questa dal Sindaco Ortelli (ci dimenticavamo, passerà alla storia anche per questa; purtroppo ha questo vizio di mettere nuove tasse), subito aumentata del 50% il secondo anno, che ha portato nelle casse comunali nel 2013 € 267.960,77 con previsione di € 219.000 per il 2014.

CATENARIA, con introiti per il 2013 di € 230.000, previsti per il 2014 € 200.000 con introito al netto delle varie spese intorno a € 80.0000/90.000.

Auguri a Tutti.

PROGETTO GIGLIO

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

minoranza logo lista civica progetto giglio guido cossu isola del giglio giglionews

“Progetto Giglio”: analisi dei chiarimenti sul Consiglio da remoto

COMUNE DI ISOLA DEL GIGLIO GRUPPO CONSILIARE “PROGETTO GIGLIO” Analizziamo i chiarimenti, inviati dal Sindaco …

Lascia un commento