Home / news / News Isola del Giglio / Giornata della Parrocchia: un’offerta per la chiesa

Giornata della Parrocchia: un’offerta per la chiesa

Giornata della Parrocchia: un’offerta per la chiesa

cena beneficenza chiesa isola del giglio porto giglionewsQuesta mattina, 6 Gennaio, presso la Chiesa dei Santi Lorenzo e Mamiliano di Giglio Porto si terrà la “Giornata della Parrocchia”. Sarà consegnata durante la Santa Messa delle ore 11,30 una busta per la raccolta fondi destinati a pagare le spese per la ristrutturazione del tetto ed i lavori eseguiti nella Chiesa e nella Scuola Materna.

Purtroppo il bilancio dell’anno passato è molto negativo e per pagare i debiti oltre il fido bancario saremo costretti, nel corso dell’anno, a chiedere l’intervento dei paesani e degli amici affezionati alla nostra Isola.

L’offerta è detraibile e chi lo volesse può direttamente mettersi in contatto con don Lorenzo Pasquotti (Cell. 3332658575).

Ringrazio a nome del Consiglio Pastorale ed Economico fiducioso della Vostra generosità e dell’attaccamento alla Parrocchia. Grazie di cuore e che Dio ve ne renda merito.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

pavimentazione portuale isola del giglio porto giglionews

Nuovo cedimento della pavimentazione portuale

Nuovo cedimento della pavimentazione portuale Dopo la voragine dei giorni scorsi, prontamente riparata, cede nuovamente …

Un commento

  1. Gian Piero Calchetti

    UN’ OFFERTA PER LA PARROCCHIA?

    Io, che non son di Chiesa, tuttavia,
    l’offerta alla parrocchia la “faria”,
    e non perché sia preso a turbamento
    da chi sa quale nobil sentimento,
    ovver perché, in fondo, ben ci credo
    a Cristo, la Madonna e il lor “corredo”,
    ma sol perché la Chiesa, in questo Stato,
    il governo e i partiti ha “surrogato”,
    assieme al disunito sindacato,
    non tanto a salvaguardia delle leggi,
    che sempre ”ad personam”, le “veggi”,
    bensì perché, specie nel “presente”,
    con Papa Francesco, ch’è onniscente
    e pur, dei peccatori, il più clemente
    condanna pedofili, corrotti e corruttori,
    che, se son della Chiesa, so’ i peggiori,
    aiutando, invece, tanta e tanta gente,
    anche s’è atea, oppure miscredente,
    che, l’un per l’altra, non avendo niente,
    non ha cibo da metter sotto il dente,
    né un minimo di mezzi o di “valsente”,
    per curarsi a dovere come spetta
    ad ogni persona, retta e benedetta,
    che il Signore, pur agendo in fretta,
    ha fatta a sua imago e simiglianza,
    perchè segua virtute e conoscenza
    senza abbrutire, tosto, in mezzo al male,
    ben peggio che se fosse un’animale.

Lascia un commento