Home / news / News Isola del Giglio / Un gigliese nel Coro dei Minatori di Santa Fiora

Un gigliese nel Coro dei Minatori di Santa Fiora

Concerto del Coro dei Minatori di Santa Fiora

Poche righe per portare a conoscenza di coloro che ne fossero interessati che giovedì 23 aprile alle ore 21:00, al teatro Solvay di Rosignano, si terrà un concerto del Coro dei Minatori di Santa Fiora, con i quali, ormai da un po’ di tempo, ho il piacere di suonare assieme; mi riferisco in particolar modo agli amici gigliesi che stanno a Livorno.

coro minatori santa fiora cristicchi isola del giglio giglionewsL’ingresso è gratuito e il concerto vedrà, nella prima parte, l’esibizione de “Le donne di Magliano” altro gruppo della provincia di Grosseto che si sta facendo sempre più valere nel campo della musica folk e del canto tradizionale maremmano e non solo.

Per chi fosse completamente a digiuno in materia, aggiungo che il concerto del Coro è un divertente mix di allegria, tradizione popolare e impegno sociale legato soprattutto alle storie del lavoro in miniera ed ai valori della Resistenza, particolarmente sentiti quest’anno in cui ricorre il settantesimo anno appunto, dalla Liberazione del nostro paese.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

festival musicalgiglio isola del giglio giglionews

Ritorna il Festival MusicalGiglio: edizione 2020

Ritorna il Festival MusicalGiglio: edizione 2020 Tantissime le difficoltà ma, per l’amore verso il Giglio …

Un commento

  1. Gian Piero Calchetti

    Non sapevo affatto che la vecchia gloria calcistica del Giglio, ovvero mio cugino acquisito, Angelo Stefanini, facesse parte, come suonatore, del famoso quanto prestigioso “Coro dei Minatori di Santa Fiora, di cui è animatore da molti anni il funambolico Cristicchi.
    Vivissimi complimenti Angelo. Vivissimi complimenti anche se sei solo un omonimo del mio caro parente.
    Vivissimi complimenti perché, se fai parte di questo affermato “complesso” folkloristico, vuol dire che sei bravo tra bravi , siccome ho avuto l’opportunità di constatare, più volte, sull’Amiata, ove posseggo, dal 1975, e precisamente nel borgo dei “Gretini” di Santa Fiora (con la “G”, mi raccomando, acciocché non venga letto, malignamente, a sproposito) una vecchia “bicocca” ristrutturata, antica di almeno due secoli.
    E, poi, un Gigliese, ossia, un “figlio” meritevole d’un isola, che pure è stata, a lungo, mineraria, ci stava proprio bene, in un coro di Minatori.
    saluti vivissimi!!!

Lascia un commento