Tra inno e bandiera

TRA INNO E BANDIERA
AI CAMPIONATI DEL MONDO DI NUOTO
(IL GIORNO DOPO HIROSHIMA)

FA CAPOLINO
IL SOLE,
FA CAPOLINO,
PRIMA DI SORGERE.

NON SA SE GLI E’
ANCORA CONSENTITO.
NON SA SE C’E’ ANCORA
QUALCOSA DA GUARDARE
CON IL SUO OCCHIO DI FUOCO,
CHE, NEL CIELO TERSO,
E’ COME UN TUORLO D’UOVO,
SIMBOLO DI FECONDITA’
APPESO AD UN BIANCO VESSILLO.

DOPO ESSERSI RITRATTO
QUASI PER PUDORE,
COME FOSSE UN INTRUSO,
PERO’, SI RIAFFACCIA,
E VEDE CHE, NON OSTANTE
LA SCONVOLGENTE ESPLOSIONE,
CHE, IMPROVVIDAMENTE,
NE AVEVA RIPRODOTTO LA LUCE,
ACCECANDO UN’INTERA CITTA’,
IL MONDO ESISTE ANCORA,
ED ANCORA VALE LA PENA
VIVERE ED AIUTARE
A VIVERE I SUPERSTITI.

IN UN CRESCENDO, ALLORA,
DI MUSICA RISORGE,
SICCOME, PIAN PIANO,
TORNA LA SPERANZA
IN UN MONDO MIGLIORE
E IN UN DOMANI DI PACE.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

isola del tesoro articolo messaggero 1993 isola del giglio giglionews

“L’isola del tesoro”: spunti di riflessione

“L’isola del tesoro”: spunti di riflessione Correva l’anno 1993, esattamente il 22 Agosto, quando il …

Lascia un commento