Home / Dite la Vostra / Dite la Vostra / Senso civico, rispetto ed educazione

Senso civico, rispetto ed educazione

Senso civico, rispetto ed educazione

Non esiste una legge per dare la precedenza alle donne in gravidanza, ma sta al senso civico di coloro che sono in fila.
Questo per raccontare quello che è successo oggi: accompagnavo i miei zii per fare le analisi quando è entrata una ragazza, Caterina la moglie di Angelo di Nanni del Re, una bella pancia ricca di vita, chiede gentilmente se le donne in gravidanza potrebbero avere la precedenza. Subito gli rispondo di si, c’è anche un cartello che invita a far passare avanti donne in gravidanza, bambini e marittimi.
Un omuncolo, perchè degnarlo della parola uomo o signore, sarebbe come bestemmiare, alla mia risposta positiva si alza velocemente e come si apre la porta dell’infermiera entra spedito.
Ma quale paese siamo diventati, dov’è il senso civico, l’educazione il rispetto?
Quando l’ignoranza prevale sul rispetto per gli altri allora è un paese finito.
Ma come sempre accade c’è poi chi rimette le cose a posto, la moglie del povero Ottavio Stefanini, il taxista, che non è certo una ventenne, vedendo l’impedimento nel camminare dei miei zii, si rivolge a loro e gli dice di entrare prima così non devono aspettare che il pulmino della Misericordia debba prima andare al Castello poi tornare giù per portarli a casa.
Mi dispiace per Caterina che ha dovuto aspettare, sono felice che ci siano ancora persone come la Signora Stefanini, mi fa tristezza l’omuncolo. Ecco gente come l’omuncolo dovrebbe sparire prima mentre persone come la signora Stefanini dovrebbero campare 1000 anni per essere d’esempio alle persone più giovani. INSEGNIAMO PIU’ EDUCAZIONE AI NOSTRI FIGLI, DIAMO PIU’ BUON ESEMPIO, INSEGNIAMO IL RISPETTO, ALLORA POTREMO CONSIDERARCI UN PAESE CIVILE.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

servizi sanitari sede distrettuale distretto guardia medica sanità ambulatorio isola del giglio castello giglionews

Ambulatorio del Castello ed altro …

AMBULATORIO DEL CASTELLO ED ALTRO … Le cose dovrebbero migliorare con il tempo e invece …

Un commento

  1. Gian Piero Calchetti

    CARA FRANCA (CONSIDERATO CHE HO 76 ANNI “SUONATI”, CONSENTIMI DI DARTI DEL TU) NEL COMMENTARE QUELLO CHE HAI SCRITTO, MENTRE APPROVO IL TUO ALTO SENSO CIVICO, COSA CHE CI DOVREBBE FARE DIVERSI DAGLI ANIMALI, COSI’ COME APPROVO IL COMPORTAMENTO DELLA MOGLIE DEL CARO OTTAVIO (CHE, PURTROPPO, NON E’ PIU’ TRA NOI) MAMMA DI ANGELO, MIO CUGINO ACQUISITO, PER COME SI E’ COMPORTATA, DEBBO, PERO’, SENZA CHE, SPERO TU NON ME NE VOGLIA, PUNTUALIZZARE DUE COSE, CHE POSSONO SEMBRARE “SFUMATURE”, MA CHE TALI, NELLA SOSTANZA, NON SONO.
    IN PRIMO LUOGO, VISTO CHE NELL’AMBULATORIO, SECONDO QUANTO RIFERISCI, ERANO PRESENTI ALTRE PERSONE, IN GRADO DI TESTIMONIARE LA “SGRADEVOLEZZA” COMPORTAMENTALE DELL'”OMUNCOLO”, SENZA ARRISCHIARE EVENTUALI QUERELE PER DIFFAMAZIONE, A MIO PARERE, AVRESTI DOVUTO FARE NOME E COGNOME, “SPUTTANANDOLO, PER COME SI ERA COMPORTATO, QUALE ESEMPIO PER OGNI ALTRO, GIGLIESE O “FORESTO”, CHE NON POSSIEDE NEMMENO I RUDIMENTI DI COME CI SI DEVE “ATTEGGIARE” IN TALI CIRCOSTANZE. iN SECONDO LUOGO, VISTO CHE, AFFISSO NELL’AMBULATORIO, C’E’ TANTO DI CARTELLO CHE AVVERTE DI DARE LA PRECEDENZA AD ALCUNE PERSONE RISPETTO ALLE ALTRE (E NON SAREBBE MALE CHE FOSSERO AGGIUNTI GLI ANZIANI), STAVA ALL’INFERMIERA, SE PRONTAMENTE AVVERTITA DEL FATTO CHE L’OMUNCOLO, S’ERA, CALLIDAMENTE, INTRUFOLATO NELLA SUA STANZA, SENZA DARE LA PRECEDENZA ALLA SIGNORA GRAVIDA, FARLO “DOVEROSAMENTE” E PERENTORIAMENTE USCIRE RIPRISTINANDO LE PRECEDENZE.
    UN ABBRACCIO E UN GRAZIE, PER L'”ATTENZIONE” CHE, DA QUANDO TI LEGGO, OVVERO, DA ALMENO UN PAIO DI ANNI E, FORSE, PIU’, PUNTUALMENTE PRESTI A QUESTI FATTI DI COSTUME CHE, SEMPRE PIU’ “INQUINANO” IL BUON VIVERE CIVILE. FATTI, CUI, ENCOMIABILMENTE, NON DAI TREGUA. BRAVA!!!!

Lascia un commento