“Notte visibile” a Grosseto

NOTTE VISIBILE A GROSSETO

Ha avuto luogo sabato scorso nel centro storico di Grosseto la NOTTE VISIBILE, evento multiculturale e di spettacoli vari. Ho avuto il privilegio di poter partecipare ad uno di questi, all’interno dell’Orto Botanico, una specie di piccolo anfiteatro ricavato sulle mura.

Si è trattato di un mix tra poesia, in qualche caso in maschera e musica. L’ho fatto suonando l’Adagio dal concerto per clarinetto di Mozart, accompagnato alla tastiera (sarebbe stato abbastanza complicato portare lì un pianoforte) dalla professoressa Maria Grazia Bianchi, insegnante di pianoforte e direttrice dell’Istituto Musicale Chelli di Grosseto.

Accostarmi, sia pure con la dovuta cautela e rispetto, ad un vero mostro sacro della musica quale Mozart, è stato, per me, motivo di grandissima soddisfazione. E averlo fatto in pubblico con sufficiente disinvoltura e naturalezza lo è stato ancora di più.

Di questo vorrei ringraziare in particolar modo la mia insegnante di clarinetto, professoressa Elena Amaddii, per la bravura, la pazienza e la passione che ha avuto in questi anni, oltre che ad insegnarmi a suonare il clarinetto dal lato strettamente tecnico, anche a farmi scoprire il piacere di cosa vuol dire suonare uno strumento con grazia e delicatezza.

E quella musica vuole questo, altrimenti meglio lasciar perdere.

Angelo Stefanini

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

caterinella festa incontro gigliese grosseto isola del giglio giglionews

Grande successo per la festa d’incontro gigliese

GRANDE SUCCESSO PER LA FESTA D’INCONTRO GIGLIESE Si è  appena concluso il 15° incontro dei …

Un commento

  1. Gian Piero Calchetti

    Bravissimo, biscugino! Credo di poter dire che l'”impresa” di suonare, per altro, disinvoltamente, l'”Adagio Mozart, difficilssimo, riempia d’orgoglio sia i parenti, ancorché acquisiti come me, sia gli amici, che l’intera cittadinanza del Giglio. Un abbraccione!!!

Lascia un commento