blsd defibrillazione misericordia isola del giglio giglionews

Il Giglio cardioprotetto: popolazione e Forze dell’Ordine a lezione di BLSD

stemma misericordia stella maris isola del giglio giglionews
Il Giglio cardioprotetto:
popolazione e Forze dell’Ordine a lezione di BLSD

Il 27 marzo scorso la Misericordia dell’Isola del Giglio ha impartito un corso di BLSD adulto e pediatrico a tutte le Forze dell’Ordine presenti sull’isola. 

La rianimazione cardio-polmonare e la defibrillazione precoce attraverso defibrillatori semi-automatici (DAE), sono manovre semplici e facili da imparare che, eseguite nei primi minuti successivi ad un arresto cardiaco, possono rivelarsi fondamentali nel mantenimento in vita di un paziente prima dell’arrivo del soccorso medico avanzato.

blsd defibrillazione misericordia isola del giglio giglionewsProprio per questo è molto importante che questo brevetto sia in possesso, oltre che dei nostri volontari, anche di altre persone, soprattutto delle nostre Forze dell’Ordine, presenti costantemente su tutto il territorio.

Sarebbe auspicabile che la maggior parte della popolazione conoscesse il protocollo BLSD, soprattutto le categorie di persone che sono a stretto contatto con il pubblico, specialmente nella stagione estiva.

Questo perché l’isola ha in dotazione numerosi defibrillatori, sia sui traghetti di linea che nelle pubbliche piazze e sui mezzi delle Forze dell’Ordine ed una così capillare diffusione sarebbe in grado, insieme ai cittadini appositamente formati, di creare un’isola totalmente cardioprotetta.

Il nostro preparatore, Giuseppe Cocucci, è disponibile ogni giorno, anche dopo cena, in più lezioni con piccoli gruppi di persone, per fornire a tutti coloro che fossero interessati il brevetto ufficialmente riconosciuto dalla Regione Toscana. Il corso dura circa 3 ore.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

telemedicina archivio storico armando schiaffino isola del giglio giglionews dissalazione

Schiaffino sulla telemedicina: “C’è ancora tanto da fare”

Schiaffino sulla telemedicina: “C’è ancora tanto da fare” I rapidissimi progressi  scientifici e tecnologici  consentono …

Lascia un commento