Home / news / News Isola del Giglio / Progetto Giglio: proposte per rilancio attraverso il bilancio di previsione

Progetto Giglio: proposte per rilancio attraverso il bilancio di previsione

minoranza logo lista civica progetto giglio guido cossu isola del giglio giglionews

COMUNE DI ISOLA DEL GIGLIO
GRUPPO CONSILIARE
PROGETTO GIGLIO

CORONAVIRUS, proposte del Gruppo Consiliare Progetto Giglio per il bilancio di previsione 2020 presentate al Sindaco ed alla Maggioranza consiliare.

Il gruppo consiliare “Progetto Giglio”, in pieno spirito di collaborazione e volendo contribuire al rilancio delle attività economiche, che subiranno sicuramente una crisi a seguito dell’attuale blocco, ha chiesto, all’Amministrazione Comunale, di istituire nel bilancio 2020, un apposito capitolo di spesa denominato “FONDO AGEVOLAZIONI TRIBUTI E TARIFFE” per un importo non inferiore alla quota libera dell’Avanzo di amministrazione, come previsto dall’art.109 del d.l. 18/2020, da destinare alla riduzione totale della TARI per un periodo di 6 mesi a favore di tutte quelle attività commerciali, imprenditoriali e professionali dell’Isola, che sono state costrette, dai vari DPCM, alla chiusura, nonché prevedere il pagamento della TARI, per tutti, in quattro rate anziché le due previste dal Regolamento, per agevolare i contribuenti e senza penalizzare l’Ente.

Siamo fermamente convinti che per sostenere il futuro dell’economia isolana, sia indispensabile reperire fondi da destinare al nostro rilancio.

Con questo obiettivo si è proceduto ad individuare alcuni capitoli di bilancio dove recuperare le risorse necessarie tra i quali:

  1. risorse da minori spese per servizi alle scuole quali energia, riscaldamento, trasporto, ecc…
  2. utilizzo della quota di utile di spettanza del Comune di Isola del Giglio proveniente dalla società partecipata Sei Toscana, come stimato in bilancio;
  3. azzeramento dei capitoli relativi ai contributi comunali a vario titolo;
  4. utilizzo della parte libera del fondo di riserva, come stabilito dal dl 18/2020, all’articolo 109 e dei proventi delle concessioni e delle violazioni in materia edilizia.

Abbiamo proposto che venga portato quanto prima in approvazione del Consiglio Comunale il Rendiconto 2019, in modo da poter accertare l’esatta somma dell’avanzo libero, così da poterla stanziare immediatamente oltre ai regolamenti sui tributi comunali per apportarvi le necessarie modifiche.

Abbiamo, quindi, avanzato le seguenti ulteriori proposte da inserire nel Bilancio di previsione 2020:

  1. esenzione dalla Cosap per l’anno in corso ed estensione della superficie di occupazione del suolo pubblico per le esigenze di distanziamento tra le persone, in modo da agevolare il lavoro degli esercizi commerciali;
  2. aumento della fascia di esenzione dell’Irpef comunale per i redditi fino ai 28mila euro annui, come misura permanente;
  3. intavolare, da subito, le trattative tra SEI TOSCANA e COMUNE, per modificare il contratto di gestione del servizio RSU al ribasso, essendo cambiate le aspettative ed i presupposti preesistenti al momento della stipula (ovvero degli accordi), sulla base delle previsioni dei quantitativi ridotti di rifiuti raccolti nel corso dell’anno poiché, a causa della crisi del turismo, molte attività commerciali non apriranno o apriranno a ritmi ridotti, con conseguente cospicua riduzione dei rifiuti;
  4. esenzione dalla Tari, dell’anno in corso, per le abitazioni detenute dai nuclei familiari delle fasce più deboli, una riduzione per le altre e per gli immobili adibiti ad attività commerciali e professionali;
  5. abbattimento della parte comunale dell’Imu per gli immobili adibiti ad uso commerciale e professionale per l’anno in corso;
  6. cancellazione della Tassa di Sbarco per l’anno in corso;
  7. bloccare ed eliminare dal Bilancio tutte le spese discrezionali;
  8. stanziare risorse per fornire generi alimentari e beni di prima necessità, compresi i dispositivi per la didattica a distanza per gli studenti e le mascherine di protezione, ai cittadini più bisognosi;
  9. la cancellazione degli affitti e dei canoni di concessione relativi ai beni comunali, per la quota corrispondente al periodo di durata dell’emergenza in corso;
  10. l’utilizzo, per la parte ancora disponibile, del “tesoretto di 3 milioni di euro”, erogato da Costa Crociere.

L’iniziativa è stata inviata a tutti i colleghi Consiglieri chiedendo loro di decidere in piena coscienza e libertà e di assumere ogni iniziativa che agevoli ed aiuti le attività economiche dell’Isola, le imprese, le famiglie e gli anziani in difficoltà.

La stessa lettera è stata partecipata anche ai responsabili delle diverse associazioni locali, affinché tutti siano uniti nel presentare iniziative appropriate che vadano incontro alla attenuazione della crisi in corso.

I CONSIGLIERI COMUNALI
GUIDO COSSU E PAOLA MUTI

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

consiglio tari isola del giglio giglionews

Consiglio Comunale il prossimo 29 Maggio 2020

Comune di Isola del Giglio Provincia di Grosseto CONSIGLIO COMUNALE IL PROSSIMO 29 MAGGIO 2020 …

Lascia un commento