Home / news / News Isola del Giglio / Covid-19: ancora guarigioni e prima dimissione dall’ospedale
scuola free dimissione restrizioni guariti positivi mascherina covid-19 coronavirus comune isola del giglio giglionews

Covid-19: ancora guarigioni e prima dimissione dall’ospedale

stemma comune isola del giglio giglionews

Comune di Isola del Giglio
Provincia di Grosseto
Il Sindaco

STATO DI EMERGENZA COVID-19 #rispettareleregole
AGGIORNAMENTO del 23 Novembre 2020
Comunicato n° 79

Positivi al Covid-19 presenti nel Comune Residenti positivi ma dimoranti in altro Comune Guariti totali Nuovi Tamponi
6 5 26 3

DIMINUISCONO I CONTAGI E PRIMA DIMISSIONE DAL MISERICORDIA
Diminuiscono ancora i contagi sull’Isola del Giglio e finalmente una dimissione dal Misericordia di Grosseto. Sono tre le guarigioni conquistate in questo ultimo fine settimana che si vanno ad aggiungere alle due segnalate nel precedente comunicato. Adesso nell’Isola si registrano solamente 6 casi mentre in mattinata sono programmati nuovamente tre tamponi di controllo. In giornata sono previste le dimissioni del primo caso di positività registrato al Giglio, che aspettavamo da qualche giorno. Le dimissioni sono la notizia che ci fa ben sperare anche per la salute di un altro concittadino, ancora ricoverato in terapia intensiva e con una lentissima ma graduale ripresa.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

scuola covid guarigioni caso covid-19 coronavirus regione toscana comune isola del giglio giglionews

Covid-19: la scuola elementare riaprirà il 28 Gennaio

Comune di Isola del Giglio Provincia di GrossetoIl Sindaco STATO DI EMERGENZA COVID-19 #rispettareleregoleAGGIORNAMENTO del …

Un commento

  1. Angelo Stefanini

    Queste prime dimissioni di un paziente covid del Giglio mi fanno doppiamente piacere in quanto trattasi di persona per così dire “di casa”. Avvengono dopo sei, dicasi sei settimane dal ricovero, durante le quali ci sono stati anche momenti non facili, per usare un eufemismo. I frequenti contatti telefonici, per quanto possibile, con la persona ricoverata, lasciavano sempre una speranza che tutto si risolvesse per il meglio, ma anche una preoccupata angoscia per il disagio fisico e psicologico che si percepiva. Lo dico e lo scrivo perchè sia da monito a tutti con un invito a rispettare quelle regole, ormai arcinote, che quantomeno rendono meno facile la possibilità di contagiarsi. E questo, purtroppo, anche a costo di sacrificare , speriamo per poco tempo ancora, le relazioni con le persone che abbiamo più care. Un in bocca al lupo all’altra persona ancora ricoverata perchè possa prima possibile venir fuori da questa situazione non facile.

Lascia un commento