L’Amarezza Dentro

L’Amarezza Dentro

Quello che sento addosso, un’Amarezza Dentro, che dal primo di Agosto mi si è incagliata nello stomaco, che toglie le forze, che toglie la voglia di remare e di regalare un’emozione di sudore, che dopo più di trenta regate, di sogni, di passione mi fa dire: non è questo lo spirito del Palio, basta, deluso e colpito proprio su quei valori che mi hanno guidato nelle sfide e nella vita, non accetto più di far parte di questo clima di degrado.

Avrei voluto avere l’impulsività di gridare in faccia lo squallore di comportamento dell’Associazione San Lorenzo subito dopo le offese, perché  far passare giorni alla fine ha solo consolidato la loro posizione ed appesantito la mia Amarezza Dentro.

Un’Amarezza Dentro che è delusione verso persone che stimavo e ritenevo amiche.

Verso te, Francesco Orlandini, che sei come un fratellino e leggerti in estratti di chat private dell’Associazione San Lorenzo dove vengo lapidato di insulti per avere espresso apertamente il mio pensiero, mi ha ferito profondamente.
Cazzo, un uomo parla in viso, non alle spalle, tanto più a chi ti reputa amico!

E poi dal “Presidente” Alessio Agnelli sentirsi rispondere alla richiesta di aiuto per sistemare le barche consegnate danneggiate: <<Dovete sistemarvele da soli, se non siete capaci vorrà dire che non vi allenerete…>>

E ancora leggere dalla chat dell’Associazione San Lorenzo il “Presidente” che scrive <<Non dico che il Bossini sia uno sportivo. Si comporta da merda come tutti gli anni. Dobbiamo solo trovare il modo di fregarlo, altrimenti ci manda a puttane il palio>>

Che dire, il nodo in gola si stringe ancora di più, l’Amarezza Dentro si dibatte corrodendo tutto. Non è lo spirito di San Lorenzo con il quale sono cresciuto, non è questa l’eredità che voglio lasciare a mia figlia.

E tu Agnelli, tu che ti sei presentato dopo la pubblicazione delle offese solo per ribadirle a voce, ti invito a riflettere sul grande onere di questa carica, che porta in se i valori di una tradizione marinaresca, di uomini e di onore, ti invito a riflettere sulla brutta piega di questa gestione ed a prendere esempio dalle persone che ti hanno preceduto.

Un’Associazione che dovrebbe gestire con imparzialità il palio e i tre rioni è invece composta da rematori e sostenitori di un solo rione, come il consigliere Barbara Galeotti che scrive (sempre in chat Ass. S. Lorenzo): <<Dopo la merdata che ha fatto il Bossini l’anno scorso il Vostro equipaggio non può permettersi di fare una figura cacina del genere… i tifosi del Saraceno non sono quelli del Moletto, hanno una sensibilità diversa.>>

Barbara, mi hai scritto di spiegarti cosa è il Palio. Il Palio è Rispetto! Che tu vinca o perda, che tu sia sotto una bandiera o un’altra, se qualcosa non ti torna, dimmela in faccia, perché due righe di scuse su Facebook valgono poco se poi non ti fermi a spiegare le ragioni di questa acredine.

E tu Francesco Dietrich, pensare che ti ho anche ringraziato perché sembravi una persona pacata e disponibile a valutare le mie proposte, invece dietro il tuo sorriso scrivevi: <<Per me bisogna trovare una soluzione per la Chiesa, ma fottendo il Bossini>>.
Minchia che maschera che sei!

Matteo Coppa. Unica cosa che hai saputo fare è minacciare denuncia in caso di pubblicazione della vostra chat.

Per ultimo il mio grazie a Emma (Claudia) Tondi. Tu sei l’unica dell’Associazione che sei stata genuina. Ho apprezzato la chiacchierata fatta.

L’Amarezza Dentro passerà, per ora passatemi questo sfogo, forse un po’ plateale ma spero utile a far riflettere le  persone.

Il 15 Agosto la Coppa Gabbianara sarà l’ultima gara per me. Nonostante tutto remerò con tutta l’anima:

  • per il mio equipaggio a cui brillano gli occhi di entusiasmo
  • per la tifoseria che imperterrita urla e crede in noi
  • e per Sole Favole che se un giorno qualcuno le rivolgerà le parole che hanno riservato a me, io lo spezzo senza aspettare spiegazioni.

Alessandro Bossini

Controlla anche

logo associazione san lorenzo isola del giglio giglionews

Barche del Palio: sondaggio tra i lettori

Decorazione barche del Palio: sondaggio tra i lettori L’Associazione San Lorenzo è felice di informarvi …

Un commento

  1. Antonio Ansaldo

    Le parole belle o brutte che siano le porta via il vento.Le tue imprese gloriose rimarranno invece scolpite nel granito della storia dell’isola.Diceva il sommo:”..non ti curar di loro,ma guarda e passa..”.Anche se smetti di vogare riimarrai per sempre il nostro “Achille” atleta e guerriero piu’ forte. IL BARBOTTONE. P.S. Sono Anto.Ieri ero in spiaggia con le tue donne.Siete una famiglia bellissima!!

Lascia un commento