<p>La donzelletta che dalla campagna va verso il mare, ma mi sa’ che oggi non è giornata ... ciao Franca …</p>
Minacce per l'esposto e paura di ritorsioni
Minacce per l'esposto e paura di ritorsioni

In riferimento al mio esposto/denuncia, reso pubblico ieri, anche da questo giornale, tanti si chiedono: Perché l'ho fatto? Perché a nome mio? Perché non l'ho fatto fare ad altri?

Rispondo semplicemente a chiunque si è posto queste domande: vivo da 31 anni in questa Isola, ho vissuto sempre molto sopra le righe, simpatica o antipatica questo in realtà ha ben poco valore per me, almeno da me si aspettano che dica sempre quello che penso. Quanti in questi mesi, come spesso succede, si lamentavano di questi ritardi, di situazioni che non ci venivano nemmeno più spiegate? Allora se si chiacchiera e basta non possiamo lamentarci o criticare chi decide diversamente.

Persone vicine a me hanno paura di "ritorsioni", parola forte, ma in questo momento non mi viene in mente altro, non tanto verso di me ma a loro. Il silenzio permette a chi vuole fare come gli pare, detto molto in italiano poco garbato, tutto ciò che vuole in casa altrui, non ho fatto niente di diverso dal padrone di casa che controlla i suoi operai. Questa è casa mia non della Micoperi o della Costa Crociere, perciò chi ha da fare o dire qualcosa verso di me, venga davanti a me, non colpisca alle spalle i miei affetti, amici o altro.

Grazie, Franca Melis