Home / news / News Isola del Giglio / Son tornate Le Mammafette

Son tornate Le Mammafette

Son tornate Le Mammafette

Sabato 30 agosto 2014 alle ore 18:30, presso la restaurata Sala dei Lombi di Giglio Castello, si terrà la presentazione della nuova edizione de “Le Mammafette”, rinnovata graficamente e arricchita di nuovi personaggi.

Il libro di Caterina Baffigi Ulivi, ripercorre e rivisita con un linguaggio vivido e pennellate suggestive, personalità, gente comune e atmosfere isolane  di un tempo che fu, rivissuto con poesia.

Interverranno  l’Avv. Sergio Forelli, il Dott. Armando Schiaffino, il Prof. Marco Stagni.

mammafette caterina baffigi ulivi isola del giglio giglionews

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

san mamiliano isola del giglio castello giglionews

Oggi è la festa del patrono: Buon San Mamiliano a tutti!

Oggi è la festa del patrono: Buon San Mamiliano a tutti! Oggi è un giorno …

2 commenti

  1. Sabato scorso è stata veramente una serata speciale per Caterina e la sala dei lombi quasi non riusciva a contenere tutti i presenti._ Ottimi tutti gli interventi di presentazione della nuova edizione di le Mammafette: Armando Schiaffino, Sergio Forelli, Marco Stagni e del Sindaco Ortelli._ Anche Caterina è stata chiamata a gran voce per dire qualche parola e lo ha fatto con lucidità, calma, e con la sua consueta saggezza, prima di sottoporsi, nel corso del buffet finale, alla trascrizione delle dediche sui libretti acquistati dai tantissimi presenti._ E adesso, Cara Caterina, riposati qualche giorno ma, poi, continua a scrivere e a dedicare le tue pagine , come perle brillanti, alla Tua Amata Isola.

  2. Pietro Rinaldi

    Uno scorcio di chi erano e come vivevano i Gigliesi di qualche generazione fa, raccontato con raffigurazioni scritte semplici, spontanee e con tanto sentimento, questo è il lavoro di Caterina Baffigi Ulivi che verrà presentato sotto forma di nuova sabato 30 agosto nella nuova sala dei Lombi al Castello alle ore 18.30._ E’, a mio avviso, un “Dipinto dell’Isola che fu” fatto di parole, frasi e racconti che sostituiscono le immagini delle quali ormai siamo giornalmente inondati (anche spesso molto belle) ma che non possono descrivere in modo reale e completo la realtà, peraltro nemmeno troppa lontana nel tempo._ La lettura della prima edizione del libro mi ha veramente coinvolto dal punto di vista emozionale trascinandomi nel periodo in cui all’Isola vivevano i miei ascendenti Gigliesi._ Ho voluto cercare e conoscere Caterina e ora posso considerarla insieme al suo Compagno di sempre Giuseppe Ulivi come AMICA, Coetanea e oserei dire “Parente” Gigliese molto importante._ Sabato, farò qualche km, ma ai Lombi ci sarò.

Lascia un commento