franca melis isola del giglio giglionews
Il piacere della vicinanza nei momenti di crisi

Fa piacere sapere che dispiace in questo periodo, scuro ed oscuro, che ci hanno, come si suol dire "nel cuore", ma ...
Incolpevoli, a loro dire, dell'aumento dei costi dell'energia elettrica, ci sono vicini.
Beh sinceramente di questa vicinanza ne faccio volentieri a meno, contemporaneamente a tutto questo ci viene detto che l'ARERA (Autorità di Regolazione per Energia e Ambiente) è colei che decide i costi di luce e gas. Il dottor Stefano Besseghini è il direttore di tale istituzione.

Tornando ai costi mi domando come è possibile che all'isola i costi dei kilowatt sia maggiore che in continente? Mi rispondo da sola chiarendo alcuni punti: abbiamo un solo fornitore, vantaggio per la S.I.E., svantaggio per i gigliesi, la stessa produzione viene effettuata attraverso una centrale che va a gasolio, svantaggio per i gigliesi e l'ambiente, progetti per Energia alternativa, un impianto fotovoltaico a Giannutri che non ha mai prodotto una benemerita ceppa.
Avrei molto piacere che la S.I.E. ci illustrasse i progetti per l'energia alternativa presentati per l'isola, visto che nelle varie voci della nostra cara e salata bolletta c'è anche quella.

Ma rallegriamoci perché a breve arriverà anche quella dell'acqua.

Naturalmente il dissalatore funziona con ... , chi fornisce l'energia al dissalatore? La S.I.E. che naturalmente aumenta il costo che viene scaricato totalmente sui contribuenti.

La crisi all'isola colpisce per lo più persone con un unico reddito e pensione, un calcolo approssimativo mi porta a pensare che la fascia d'età più colpita siano gli ultra settantenni, senza essere troppo pessimista credo che la percentuale sia superiore al 65-70% della popolazione residente.
Ma state allegri perché la prossima bolletta sarà ancora più onerosa, fino a quando raggiungerà costi tali che non permetteranno a molti di poterla pagare.
Però dobbiamo essere grati alla S.I.E. della sua vicinanza e comprensione.
Ieri qualcuno era molto poco grato di tale vicinanza e comprensione dopo aver pagato 450 euro di bolletta, unico lavoratore moglie e figlia a carico, altre cifre? 480, 180, 345, ecc ecc. 3400 e rotti euro, non sto parlando di commercianti anche in quella situazione non va certo meglio, impressionante l'aumento che stanno subendo anche loro, questo porta a valutare i costi e i ricavi e l'eventuale chiusura durante il periodo invernale.

Ci sono persone che incominciano a non accendere stufe o altro perché i costi andrebbero a incidere sulla spesa, con 180 euro riesci a fare una spesa modesta ma possibile, quando devi sommare l'aumento dei prezzi il costo dell'energia, il gas, a fine mese prega Dio di stare bene, altrimenti non hai nemmeno i soldi per le medicine.

Ora siamo in attesa della prossima bolletta, consiglio vivamente di non sperperare, accendere il boiler per il bagno una volta alla settimana, le giornate si stanno allungando perciò niente luci accese, una lavatrice a settimana e possibilmente di notte nel momento in cui costa meno, visto che non fa ancora caldo, burro, latte e formaggio sulla finestra dove non batte il sole, l'acqua la prendete alla fonte e nel frattempo lavate le verdure, due capetti di intimo, mi raccomando stesi bene così non dovete usare il ferro da stiro, se poi non patite il freddo tutte le mattina potete sempre andare alla fonte per lavarvi, consiglio di essere sempre in due al fine coprirvi uno con l'altro mentre fate le vostre abluzioni intime.

Spero vivamente in una soluzione diversa di questo periodo che ci sta impoverendo sotto sia l'aspetto morale che economico. Mi ricordo delle domeniche dell'austerity, almeno quelle erano divertenti e solo un giorno a settimana, qui sono tutti i giorni, per molte persone. 

Questa mia è solo l'inizio, dopo che avrò raccolto informazioni e altro ...

Non voglio loro bene ma non posso nemmeno dargli foco, altrimenti rimaniamo completamente al buio!

Franca Melis