stoppetta mario brizzi ricordo isola del giglio giglionews
Un’allegria che si spenge sempre più

Possiamo dire che quando se ne va un paesano si staccano dei fili creduti tenaci e indissolubili e la sorpresa, il rammarico colpiscono ogni volta, come se tale destino ineluttabile, non riguardasse nessuno della comunità invece depredata della persona che all’improvviso ci lascia; e già, perché la morte è così, arriva senza avviso né tanti misteri e non ci abitueremo mai al fatto che è proprio la vita, ad un certo punto dell’esistenza, a chiamare la morte perché il giro è arrivato alla fine.

Così soffriamo chiedendoci perché. Mario Brizzi di Stoppetta, il nostro paesano in questione, gigliese doc, lascia una traccia profonda in seno al paese; nella vigna di Pietrabona che ha curato per anni coi fratelli; nell’orto della Fontanella che ha fatto brillare di verde, di rosso, di arancione e nei bar, dove la sua saggezza si incontrava con altri grandi amici e compagni di caffè.

E dove anch’io ho avuto l’onore di sedermi per sentirmi un po’ come lui; di casa; del nostro Giglio.

Addio Mario, riposa in pace con il mio cordoglio alla tua famiglia.

Palma

Isola del Giglio, 31 Marzo 2021

stoppetta mario brizzi isola del giglio giglionews

stoppetta mario brizzi isola del giglio giglionews