Lista Civica “Progetto Giglio”: sintesi del programma

PROGETTO GIGLIO
“Qualcosa di nuovo … anzi di antico”

METODO

Il nostro obiettivo è quello di aprire il governo dell’Isola alla diretta partecipazione dei cittadini fornendo alla collettività informazioni e conoscenze, che la pongano in grado di compiere scelte consapevoli.

Saranno approntati diversi metodi di informazione e consultazione popolare

L’obiettivo fondamentale del nuovo Progetto per il Giglio è il miglioramento della qualità della vita dell’intera Comunità Gigliese e del suo ambiente.

Priorità e interventi che crediamo necessari:

ANZIANI

  • Centri di Riabilitazione per la terapia degli anziani affetti da coesistenti patologie croniche (malattie cardiovascolari, artrosi, diabete, tumori e riduzione delle capacità cognitive). Questi centri sono destinati alla riabilitazione fisica e metabolica. I centri saranno dotati di servizi di telemedicina estensibili a tutta la popolazione.
  • Centro di assistenza diurno per anziani autosufficienti e non, per garantire socializzazione e assistenza alla persona, per alleviare il carico alle famiglie e ridurre l’esposizione alla solitudine per coloro che non hanno una famiglia residente sull’isola.
  • Abbattimento delle barriere architettoniche per favorire la mobilità degli anziani e delle persone diversamente abili.
  • Centro di telemedicina, per evitare viaggi verso centri ospedalieri e diagnostici.

GIOVANI

  • Impegno formalizzato istituzionalmente per lo Sviluppo Economico sostenibile e giovanile.
  • Sviluppo di azioni finalizzate al supporto delle attività economiche dell’isola.
  • Sviluppo di opportunità per la creazione di stabili posti di lavoro e di supporto all’occupazione giovanile non stagionale.
  • Implementazione di corsi professionali affini ai temi principali di sviluppo economico dell’isola dedicati alla formazione alberghiera e gestionale, a corsi di cucina aperti anche ai turisti e allo studio delle lingue straniere.
  • Identificazione di luoghi per lo sviluppo di iniziative finalizzate allo svago, al divertimento e al relax dei giovani.

EDUCAZIONE

Richiesta di specifici dispositivi di legge per:

  • Istituzione di un percorso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore.
  • Garanzia del diritto a una scuola di qualità.
  • Sostegno istituzionale ed economico alla scuola dell’obbligo per arricchire l’offerta formativa e superare le riduzioni di organico.

 TURISMO

Rilancio turistico

  • Programma di destagionalizzazione:
    Rivalutazione del borgo di Giglio Castello per attività scientifico-conferenziale
    Cooperazione di tutti gli operatori turistici
    Formazione del personale
  • Programma di incentivazione dell’attività turistica attraverso:
    – specifici interventi di promozione sul territorio nazionale ed estero
    – miglioramento dei servizi offerti
    – relazioni costruttive e di confronto con associazioni e consorzi
    – incentivo alle produzioni locali
  • Sostegno di particolari tipi di turismo: diportistico, subacqueo, naturalistico, culturale, religioso, per la terza età, enogastronomico, degli eventi.

IMPRESE

  • Assistenza alle imprese locali
  • Riduzione della pressione fiscale
  • Attuazione del PIP (zona per le attività produttive all’Allume)

AMBIENTE

  • Dissequestro dell’isola ecologica
  • Attivazione di una corretta raccolta differenziata
  • Cancellazione della sanzione per ogni tonnellata di rifiuto urbano conferito in discarica per la riduzione della tassa sui rifiuti
  • Apertura di una piattaforma ecologica

PARCO

  • Smilitarizzazione progressiva dell’isola
  • Presa in carico della gestione dell’ambiente da parte della comunità
  • Riequilibrio ambientale con ridimensionamento della popolazione di conigli e mufloni, che danneggiano le coltivazioni

AGRICOLTURA

  • Identificazione di nuove risorse finanziarie per sostenere ed incentivare l’imprenditorialità del settore e dell’indotto
  • Contratti di affitto fondiario dei terreni comunali a favore di cooperative e produttori
  • Creazione di un’Associazione per la Diffusione e la Commercializzazione dei Prodotti Locali
  • Rivisitazione della disciplinare di produzione per l’assegnazione del marchio De.Co. (Denominazione Comunale di origine) di tutti i prodotti tradizionali dell’isola
  • Seminari tematici, incontri, dibattiti, corsi di formazione e informazione sui temi legati all’agricoltura, alla viticoltura, alla coltivazione delle olive, alle nuove tecniche di lavorazione, promozione e vendita

PESCA

  • Incentivazione economica e strutturale della pesca tradizionale.
  • Reperimento dei finanziamenti per supportare tale settore.
  • Diminuzione della pressione fiscale attraverso l’impegno dell’ANCIM
  • Costituzione di un Consorzio di Pescatori dell’Isola del Giglio che collabori per programmare:
    – creazione di un piccolo mercato ittico locale per favorire la vendita di pesce a “miglio 0”;
    – iniziative per l’ittiturismo da attivare nelle acque dell’Isola del Giglio;
    – una creazione di una piccola rete per la lavorazione e l’inscatolamento del pescato locale meno pregiato.

CENTRI URBANI:

  • Interventi per valorizzare e migliorare l’arredo urbano e l’illuminazione pubblica
  • Identificazione e allestimento di aree destinate a verde attrezzato di facile accesso e rispettose delle norme di sicurezza, dedicati ai bambini e agli anziani.
  • Funzione di stimolo e supporto all’Acquedotto del Fiora per la soluzione dei gravi problemi legati alla regimentazione delle acque piovane.

Giglio Castello

  • Forte impulso economico al Castello attraverso iniziative per il turismo convegnistico specificatamente rivolte alla rivitalizzazione della vita economica e sociale del Castello
  • Acquisizione della Rocca Pisana
  • Manutenzione della cinta muraria e dell’accesso ai camminamenti
  • Ripristino dei selciati nelle aree dove il granito è stato sostituito da cemento o asfalto
  • Sistemazione dei bagnetti pubblici

Giglio Porto

  • Incentivazione all’attività turistica del Porto basata su specifiche azioni a supporto del diportismo nautico e del turismo subacqueo
  • Organizzazione di manifestazioni nautiche e regate, anche in bassa stagione.
  • Messa in sicurezza dell’ambiente interno del porto con:
    – migliore distribuzione dei frangiflutti nella parte finale del molo rosso
    – ottimizzazione degli attracchi e dei periodi di stazionamento
    – realizzazione di infrastrutture indispensabili a rendere efficienti gli spazi portuali (bitte, pontili, bagni e desk di accoglienza per i diportisti)
    –  garanzia di assistenza nelle fasi di attracco e disormeggio
    –  implementazione del progetto per l’ottimizzazione strutturale e funzionale del molo verde.
    –  coordinamento e collaborazione tra responsabili della “Catenaria”, Amministrazione Comunale e Autorità Portuale
  • Attenzione alla tutela della nautica sociale e con l’assoluta necessità di garantire posti barca ai residenti.

Giglio Campese

  • Opere di prevenzione del rischio idrogeologico che espone la popolazione e le strutture agli effetti devastanti di alluvioni e allagamenti
  • Stabilizzazione dei fondali
  • Riorganizzazione di spazi e ormeggi
  • Miglioramento dell’arredo urbano del Campese con interventi per dare maggiore decoro e valorizzare:
    – l’antica piazzetta della Torre che è una zona di particolare rilievo storico;
    – la zona antistante la Chiesa da riorganizzare come area di verde pubblico attrezzato, considerando che è situata all’ingresso della frazione;
    – piazza di arrivo degli autobus, estremamente spoglia e gravata dalla presenza massiccia di cassonetti della spazzatura;
    – la piazza di Mezzo Franco;
    – la zona limitrofa alla Marina del Giglio, fortemente penalizzata dalla vicinanza di due strutture industriali (SIE e Acquedotto del Fiora), che potrà essere destinata ad uso ricreativo (zona per concerti, proiezioni, danze …)
    – il campo sportivo che costituisce un’area preziosissima da destinare ad usi diversificati.
  • Allestimento di un museo dei minerali e della miniera dell’isola dentro le vecchie polveriere della miniera

ARENILI E COSTA

  • Ripascimento e messa in sicurezza delle spiagge, soprattutto quella del Campese
  • Regolamentazione dell’ancoraggiodi diving attraverso meccanismi di autogestione e formazione di un consorzio dei diving isolani, tassa di immersione per i diving continentali e yacht con la costituzione di campi boe

TRASPORTI ESTERNI

  • Creazione di un servizio navetta pubblico tra lo sbarco della nave a Porto Santo Stefano, l’ospedale di Orbetello e la stazione ferroviaria.
  • Accordo con l’Amministrazione Comunale di M. Argentario per l’assegnazione di una zona da destinare a parcheggio per i Gigliesi, servita da navetta a carico dell’Amministrazione Comunale gigliese.
  • Richiesta di abbattimento dell’Iva sui biglietti dei traghetti.

TRASPORTI INTERNI

  • Riduzione dei costi dei biglietti per gli autobus
  • Individuazione di nuove e diverse tipologie tariffarie per ridurre l’ingestibile sovraffollamento di alcune aree e la fluida distribuzione dei turisti.

SPORT E ATTIVITÀ RICREATIVE E CULTURALI

  • Incentivazione all’attività sportiva per migliorare il benessere psico-fisico e prevenire molte malattie croniche per i residenti sull’isola
  • Promozione eventi sportivi
  • Progettazione di strutture che facilitino nuove attività sportive
  • Costruzione di una piscina coperta
  • Supporto a tutte le attività ricreative e culturali

SITI ARCHEOLOGICI

  • Promozione dei siti archeologici quali la Villa Romana e altri siti di epoca preistorica ed etrusca, vecchie chiese campestri e siti archeologici sottomarini
  • Valorizzazione di queste testimonianze storiche con la realizzazione di aree di rispetto caratterizzate “a verde attrezzato”.

GIANNUTRI

  • Produttiva collaborazione con l’Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano, con il Consorzio Giannutri, con la Sovrintendenza Archeologica e con il Ministero dell’Ambiente
  • Valorizzazione delle potenzialità turistiche
  • Miglioramento della gestione dei servizi primari: energia, acqua, rifiuti, assistenza sanitaria,
  • Realizzazione di un progetto pilota per il turismo sostenibile, finanziato da Ministero dell’Ambiente, in accordo con Ministero dei Beni Culturali (Sezione Archeologia e Paesaggio), Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e Amministrazione Comunale dell’Isola del Giglio
  • Maggiore continuità di collegamento marittimo tra Giglio e Giannutri

FONTI ALTERNATIVE DI ENERGIA

  • Integrazione dell’attuale produzione con altre fonti energetiche
  • Considerazione dei progetti del Concorso di Idee “Smart Giglio” volto alla ricerca e alla sperimentazione di nuovi modelli di produzione elettrica rispettando l’equilibrio tra sviluppo e salvaguardia del paesaggio e di esperienze già in atto in altre piccole isole
  • Riduzione dei costi per l’energia
  • Diminuzione dell’attuale impatto ambientale della centrale termoelettrica del Campese.
  • Garanzia del mantenimento dei posti di lavoro SIE

RISANAMENTO DEL BILANCIO E FONTI DI FINANZIAMENTO

  • Tassa di sbarco per tutti i turisti giornalieri, anche per i partecipanti alle minicrociere, adeguando la normativa vigente ed eliminandola per chi soggiorna sull’isola almeno per un giorno
  • Gestione di campi boe con servizi di tenderaggio a terra per garantire nuova occupazione e per migliorare l’offerta per il turismo diportistico
  • Richiesta di finanziamenti europei, nazionali, regionali e a Fondazioni Bancarie per promuovere nuova imprenditoria (giovanile, femminile…)
  • Attuazione di una moderna politica di co-finanziamento alle imprese che presenteranno nuovi progetti coerenti con le priorita’ amministrative, garantendo una funzione amministrativa di stimolo e di accelerazione economica.

SERVIZI PER IL CITTADINO

  • Apertura di un nuovo “sportello al Cittadino
  • Organizzazione di incontri tematici per favorire la partecipazione alle decisioni amministrative
  • Adeguamento del sito internet del Comune per fornire anche link utili al cittadino (offerte di lavoro, finanziamenti, concorsi, formazione, …) oltre che informazioni e chiarimenti sull’attività amministrativa in corso.
Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

stato patrimoniale sergio ortelli sindaco comune isola del giglio giglionews

Il Giglio conferma il Sindaco Ortelli per il terzo mandato

Il Giglio conferma il Sindaco Ortelli per il terzo mandato Sergio Ortelli governerà l’Isola del …

2 commenti

  1. Comitato Elettorale Muti

    Ringraziamo Alessandro per le sue domande alle quali forniamo risposta esplicativa riguardante l’azione amministrativa in programma.

    L’ impostazione dell’ azione amministrativa sarà fondata su due diversi piani, uno di respiro quinquennale (con 2 o 3 obiettivi di alto livello) e uno di incidenza quotidiana e di gestione del giornaliero. Questi 2 livelli, spesso e volentieri si intrecceranno.
    In questo senso, in particolare riferimento al sostegno alle imprese è da considerare sia la creazione del PIP che la rimessa in funzione del centro di stoccaggio temporaneo dei rifiuti perchè l’ assenza di queste 2 infrastrutture di servizio stanno generando un aggravio di spesa notevole sia alle imprese, ma anche ai privati cittadini. Pensiamo poi all’ apertura di uno sportello dedicato per poter aiutare le stesse imprese rispetto alle opportunità offerte dai bandi nazionali e internazionali che ci sono, spesso anche a favore dei giovani che aprono attività.
    In riferimento alla pressione fiscale occorre rivedere tutta la politica fiscale fatta dal Comune fino ad ora, predisporre un apposito piano di spendig-review, ovvero risparmiare su tutti gli sprechi in essere e sulle spese non indispensabili. Occorre rivedere urgentemente tutto il capitolo riguardante la tassa sui rifiuti e i servizi realmente pagati; ad oggi non conosciamo quale sia il contratto di servizio e quali servizi stiamo pagando, visto che i servizi non ci sono. Occorre riuscire a fare raccolta differenziata ed evitare di pagare l’ ecotassa. Occorre distribuire diversamente il carico fiscale e comunque mettersi nell’ottica di non chiedere un solo euro che non sia strettamente necessario ed ogni entrata deve corrispondere ad una ben precisa uscita. Il tutto con l’obiettivo della riduzione generalizzata con particolare priorità alle aziende ed alle categorie più deboli.

    Per il discorso dei trasporti occorre fare una valutazione complessiva con il soggetto gestore e riconsiderare le tipologie di mezzi utilizzati, i percorsi, la possibilità di abbattimenti in seguito ad abbonamenti anche speciali anche in riferimento al reddito o alla condizione di lavoro pendolare. Collegando i trasporti alla programmazione dei parcheggi pubblici sarà possibile, così come avviene in altre realtà, usufruire di biglietti a prezzi agevolati laddove si decida, ad esempio, di lasciare l’auto in parcheggi scambiatori. E’ notizia di questi ultimi giorni che arriverà sul territorio isolano anche un mezzo bus (bus scoperto) di una ditta privata che farà percorsi turistici e che in ogni caso fornirà una alternativa; sviluppando questo tipo di ragionamento, ovvero aumentando il numero dei vettori dovrebbe aumentare la concorrenza e quindi anche il servizio e la convenienza per i passeggeri.

    Purtroppo non pensavamo di doverci ancora occupare della realizzazione dei parcheggi pubblici.

  2. Alessandro Brizzi

    Ho letto la sintesi del programma e mi hanno colpito, in particolare, i seguenti punti:

    1) IMPRESE

    Assistenza alle imprese locali
    Riduzione della pressione fiscale

    Mi piacerebbe capire cosa significa assistenza alle imprese locali e riduzione della pressione fiscale e, soprattutto, che requisiti deve avere un’Azienda per beneficiare di questi privilegi;

    2) TRASPORTI INTERNI

    Riduzione dei costi dei biglietti per gli autobus
    Individuazione di nuove e diverse tipologie tariffarie per ridurre l’ingestibile sovraffollamento di alcune aree e la fluida distribuzione dei turisti.

    Mi piacerebbe capire in che modo vengono ridotti i costi dei biglietti e come, individuando nuove e diverse tipologie tariffarie, sarà ridotto l’ingestibile sovraffollamento di alcune aree e la fluida distribuzione dei turisti.

    Grazie per la risposta, Alessandro Brizzi.

Lascia un commento