Home / news / News Isola del Giglio / Parchimetri senza POS: le multe sono valide

Parchimetri senza POS: le multe sono valide

Parchimetri senza POS: le multe sono valide

Leggiamo su GiglioNews il parere di un cittadino il quale, al pari di molti altri soggetti in giro per l’Italia, ipotizza che in assenza di adeguamento dei parcometri “alle nuove normative” la sosta sugli stalli blu sarebbe gratuita.

Quanto alla questione dei pagamenti mediante pos, la norma originale – Decreto-legge del 18/10/2012 n. 179 – è stata modificata dalla legge di stabilità 2016 n. 208/2015 come segue:

“Decreto-legge del 18/10/2012 n. 179 – Convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012 n. 221
Art. 15 Pagamenti elettronici
In vigore dal 29/01/2016 – Modificato da: Decreto legislativo del 22/01/2016 n. 10 Allegato 1”
A sua volta modificato e integrato dai commi 900 e 901, art. 1, legge 28/12/2015 n. 208 come segue:

– Comma 4: A decorrere dal 30 giugno 2014, i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito e carte di credito; tale obbligo non trova applicazione nei casi di oggettiva impossibilità tecnica.

– Comma 4-bis: Al fine di promuovere l’effettuazione di operazioni di pagamento basate su carta di debito o di credito e in particolare per i pagamenti di importo contenuto, ovvero quelli di importo inferiore a 5 euro, entro il 1o febbraio 2016, il Ministero dell’economia e delle finanze provvede con proprio decreto, di concerto col Ministero dello sviluppo economico, sentita la Banca d’Italia, ad assicurare la corretta e integrale applicazione del regolamento (UE) n. 751/2015

Ne consegue, che a nostro parere ad oggi, l’assenza del decreto attuativo non impone agli enti ed ai concessionari di adeguarsi alle disposizioni di cui al dl 179. Ne consegue pertanto che il Comune e/o il concessionario non può che dedurre l’impossibilità tecnica di garantire il pagamento con carte elettroniche, senza che l’utente possa ritenersi legittimato a non pagare il ticket.

In tal senso si stanno pronunciando comuni come Bergamo, Empoli, Massa Marittima, Follonica, Anguillara Sabazia (RM), ecc. (per non parlare di Roma e Milano)

Ciò non toglie che in assenza dei previsti decreti attuativi la relativa norma, pertanto, non è da ritenersi ancora operativa e vincolante. La conseguenza è che eventuali multe per il mancato pagamento della sosta, sono valide.

Per Etruria Servizi Srl
Il Legale Rappresentante
Franco Miglianti

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

autorità portuale porto santo stefano monte argentario isola del giglio giglionews

Argentario: prorogata la validità dei contrassegni verdi per la sosta

Argentario: prorogata la validità dei contrassegni verdi per la sosta Con l’ordinanza numero 25, emessa …

Un commento

  1. Sergio Centurioni

    Come al solito, il privato si deve immediatamente adeguare alle leggi imposte, mentre l’aministrazione pubblica trova sempre una scusante fatta ad hoc per non adeguarsi…..(non ci sono soldi), invece il privato coltiva i soldi nel suo orticello…..
    Sergio Centurioni detto Bergher o Ghego

Lascia un commento