Strada dell’Allume: assegnati i lavori

stemma comune isola del giglio giglionews

COMUNE ISOLA DEL GIGLIO
Provincia di Grosseto

L’IMPRESA F.LLI MASSAI SRL di Grosseto, ditta conosciuta all’isola per aver realizzato la via del Gronco a Campese, è la nuova ditta appaltatrice dei lavori per la via dell’Allume.

ASSEGNATI LAVORI DELLA STRADA DELL’ALLUME ALLA DITTA F.LLI MASSAI DI GROSSETO

Il Comune di Isola del Giglio, attraverso l’organismo della CUC, Centrale Unica di Committenza Monte Argentario – Giglio, ha assegnato i lavori per la “Sistemazione e realizzazione della strada comunale di Via dell’Allume di collegamento fra l’area PIP ed il centro abitato del Campese” con un ribasso d’asta pari al 13,145%.

Il progetto, lo ripetiamo per chi non si è “collegato” la volta scorsa (vedi articolo del 5 giugno 2018), prevede l’adeguamento funzionale della viabilità di collegamento tra l’abitato di Campese e la piccola zona industriale posta a monte della stessa frazione. La strada esistente misura circa 1 km e corre in prossimità dell’impluvio del fosso di valle Ortana lambendo, per lunghi tratti, il corso d’acqua. In concreto si tratta della strada sterrata che collega Campese con la zona PIP dell’Allume.

L’importo dei lavori a base d’asta soggetto a ribasso è pari a euro 948.830,00 mentre l’importo per gli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso è di euro 49.820,00.

La strada viene interessata nel periodo estivo dal passaggio di un turismo diretto alla scoperta dell’isola ma tutti i giorni vi è il transito degli autobus della società Tiemme spa che provengono dal Capannone Rama ubicato proprio nella zona PIP e che in futuro potranno percorrere lo stesso tratto in sicurezza, senza danneggiare i mezzi, tanto che, dopo la messa a norma della strada, la stessa società ha promesso che li sostituirà con nuovi e più adatti alle esigenze del servizio pubblico locale.

C’è grande soddisfazione da parte di tutti noi per aver centrato un ulteriore obiettivo tra i tanti già conclusi, – ha dichiarato il Sindaco Sergio Ortelli – questo più difficile di altri, ed aver messo in cantiere una viabilità che è attesa da anni, dai cittadini e dalle imprese e da quest’ultime che da sempre vedono quella zona come volano per il futuro sviluppo dell’isola. Un futuro che, visti gli interventi come questo, non potrà essere che positivo.”  “Siamo – conclude – sulla buona strada e su questa strada, di opere e di crescita, cercheremo di rimanere

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

incontro tiemme provincia comune isola del giglio giglionews

Comune, Provincia e Tiemme pianificano la stagione

COMUNE ISOLA DEL GIGLIOProvincia di Grosseto COMUNE, PROVINCIA E TIEMME PIANIFICANO LA STAGIONE La Giunta …

2 commenti

  1. Pietro Rinaldi

    Bene per la strada, che ho fatto in moto una decina di giorni fa, quindi facilitato in qualche modo. Il sentiero nel boschetto è abbastanza breve e facile da percorrere a piedi. Il problema nasce in fondo, nella discesa verso il mare. Evidentemente le intense piogge di quest’anno hanno scavato sui tratti impervi e fatto rotolare pietre anche sul tracciato che era stato aggiustato. Non credo che il percorso sia adatto a tutti, specie se accompagnati con bambini. La risalita poi, un tantinello dura, ma con un po’ di soste …… si può fare anche per quelli meno abili._ E’ sicuro che per la mia prossima visita ci andrò con una barca o con un gommone preso in affitto al Campese. Se ci sarai caro Gian Piero e il mare sarà calmo, ti offrirò un passaggio gratuito !!!

  2. Gian Piero Calchetti

    Da tempo, purtroppo, non vengo al Giglio e, nelle occasioni in cui ci ho soggiornato, anche se mi sarebbe piaciuto, andare a bagnarmi all’Allume, raramente l’ho fatto. Questo perché m’era piuttosto scomodo, soprattutto, allorché, finita la strada sterrata e, quindi, polverosa, per arrivare al mare, bisognava inoltrarsi, secondo i miei ricordi, per un sentiero stretto e disagevole. Da questo, deriva, pertanto, la mia approvazione, di massima, alla realizzazione della strada asfaltata. Approvazione totale, qualora, alla fine del percorso venisse realizzato un piazzale, in cemento, adibito a posteggio, sorvegliato da telecamere, magari a pagamento, tramite l’installazione d’una colonnina-macchinetta, erogatrice di appositi scontrini, ed il posizionamento di cassonetti raccolta-rifiuti, ed, insieme, venisse allargato , nonché periodicamente manutenuto, il sentiero pedonale.

Lascia un commento