“Per il gioco dei bambini, disposta a far la guerra!”

“Per il gioco dei bambini, disposta a far la guerra!”

Perché, mi domando perché, tutta questa acredine verso i bambini e altri che giocano, addirittura al punto di chiamare la Capitaneria di Porto?

Forse non ci siamo capiti, a me personalmente della vostra “darsenetta” come la chiamano in molti, e come in molti la vorrebbero, non me ne frega nulla. Fra 30/40 anni quando saremo tutti morti, i bambini di oggi, gli adulti di domani ricorderanno i tornei di calcetto di Dodo e contemporaneamente si ricorderanno di quelli che non volevano che, loro bimbetti, giocassero.

Non saranno dei bei ricordi quelli che usciranno dalle loro bocche, saranno anche brutte parole e brutti pensieri di coloro che oggi, si vedono continuamente attaccati da certe persone.

Lo so che vi piacerebbe che loro giocassero da ottobre a marzo, quando non ci siete, ma vorrei ricordarvi che loro ci sono 365 giorni l’anno, voi no!

Vogliamo andare in guerra? Vogliamo titoloni sui giornali? Non c’è problema, voi continuate e noi ci muoveremo di conseguenza.

Non sarà certo una bella pubblicità sapere che volete vietare ai bambini di giocare. Non uscite con discorsi del tipo “trovate un altro posto” perché al Porto di posti non ce ne sono. Perciò lasciamo stare i bambini, fatemi questo enorme piacere.

La cosa più divertente, se così possiamo dire, è che io, che non ho né bambini piccoli né nipoti, mi sia presa la briga di cercare di aiutare chi invece ha figli e nipoti, perché i bambini hanno dei diritti che la vita poi gli toglierà pezzo per pezzo.

I bambini devono giocare, divertirsi, essere allegri, avere le cose migliori.

Dei bambini felici saranno degli adulti migliori.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

palio marinaro bandiere san lorenzo pennoni palio isola del giglio giglionews

Palio Marinaro: incontro e discussione pubblica

Palio Marinaro: incontro e discussione pubblica Il Comitato Palio invita gli interessati e la popolazione …

Lascia un commento