Home / news / News Isola del Giglio / Brothel: “Isola del Giglio, paradiso COVID-free”
paradiso finanziamenti corruzione brothel minoranza isola del giglio giglionews finanziamento

Brothel: “Isola del Giglio, paradiso COVID-free”

ISOLA DEL GIGLIO, paradiso COVID-free in terra

Ritenendo di fare cosa utile e gradita, invio, per la pubblicazione, un articolo apparso sul sito https://www.elle.com/it/lifestyle/viaggi/a33443699/isola-del-giglio-vacanze-covid-free/, che riprende la notizia pubblicata dal New York Post con la quale loda l’Isola del Giglio, quale paradiso italiano dove il coronavirus non è mai arrivato.

*******************

Rimbalza fino agli Usa la storia per cui il popolo dell’Isola del Giglio è immune al virus, ma ci sono (almeno) altri 5 motivi per innamorarci dell’isola.

Ventuno chilometri quadrati, ottocento abitanti, un’unica strada che unisce tre borghi e un paesaggio naturale incontaminato: l’Isola del Giglio è una meraviglia naturale, ma oltre a questo, è balzata agli onori della cronaca con una storia, persino negli Usa. Il New York Post ha eletto l’isoletta toscana come il paradiso COVID-free in terra. La storia comincia con Paola Muti, professoressa specializzata nella ricerca sul cancro già direttore scientifico dell’Istituto Regina Elena di Roma, che nota come sull’Isola del Giglio, nonostante alcuni turisti siano risultati positivi al COVID, il virus non si sia diffuso. Sono state testate 723 persone delle 800 residenti e solamente uno di loro è risultato avere gli anticorpi legati al contagio da coronavirus.

Originaria dell’Isola del Giglio, Paola Muti è rimasta bloccata al Giglio durante il lockdown interrogandosi su questa singolarità. Tra supposizioni e realtà, l’evidenza è una: sembra che il virus non riesca ad interagire con l’organismo dei locals. Le spiegazioni possono essere diverse, ad esempio non ci sono stati abbastanza casi di COVID per creare un focolaio oppure quei casi avevano una carica virale molto bassa. Che non ci sia stato un contagio è molto singolare dato che, secondo fonti locali, virus come morbillo e varicella si sono sempre diffusi rapidamente in una comunità che vive tra il mare cristallino, i vicoli del porto e la città antica arroccata sulla cima.

Un’altra ipotesi, per ora non comprovata ma affascinante, è quella di una variante genetica comune agli abitanti dell’Isola del Giglio, che di fatto li ha resi immuni al virus, a differenza del resto del mondo. Su questa teoria, Paola Muti vorrebbe condurre uno studio, a condizione di ottenere i fondi di ricerca. D’altronde questa piccola comunità è una sorta di popolo eletto, circondato da acque turchesi che la separano dalla costa toscana e la isolano in una purezza selvaggia.

Allora, oltre ad essere un’isola COVID-free (ricordate che vi avevamo parlato di un’altra isola – questa volta spagnola – in cui cercare riparo e relax lontano dalla pandemia?, ndr), ecco altri 5 buoni motivi per visitare l’isola questa estate. Al Giglio, la forza della natura è rigenerante, il vento, le cicale e gli specchi cristallini si imprimono nel visitatore donandogli nuova forza.

(ulteriori notizie su https://www.elle.com/it/lifestyle/viaggi/a33443699/isola-del-giglio-vacanze-covid-free/)

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

tampone tamponi coronavirus covid-19 isola del giglio giglionews

Coronavirus: da domani i tamponi si prenotano online

Coronavirus, dal 18 ottobre i tamponi si prenotano online Al via, da domani, 18 ottobre, il …

Lascia un commento