Molo Verde: il punto sui lavori

Molo Verde: il punto sui lavori

Proseguono a ritmo serrato i lavori di rifacimento del Molo Verde e le opere di costruzione dello scatolato alla radice del Molo Rosso destinato a futuri locali di servizi igienici.

Come si può notare dalle foto, la parte più importante delle opere è già stata realizzata e si tratta ormai di ultimare le rifiniture e la parte restante delle pavimentazioni.

I lavori, considerata la pausa natalizia dal 21 Dicembre al 7 Gennaio, dovrebbero concludersi a fine Gennaio. Secondo quanto si apprende la ditta Schiavo si sarebbe presa l’impegno nei confronti del Comune di installare anche le tanto attese “mattonelline” sulle facciate dei due fari.

Print Friendly, PDF & Email

Controlla anche

danni maltempo incontro rossi grosseto isola del giglio giglionews

Danni maltempo: il Comune ricostruirà da subito

Danni maltempo: il Comune ricostruirà da subito Ieri, Martedì 6 novembre, in Provincia, si è …

2 commenti

  1. Gianmaria Vettore

    Buongiorno,
    Credo sia di fondamentale importanza, per poter sostenere che si tratti di un’opera ben fatta, prevedere l’abbattimento di alcune, non dico di tutte, ma di alcune barriere architettoniche. In un’isola a forte impatto turistico, non si può assistere ancora a queste mancanze di sensibilita’.

    Cordiali saluti
    Gianni.

  2. Antonio Ansaldo

    Bellissime immagini del molo verde.Veramente un bellissimo lavoro.Il verde aveva bisogno di essere ristrutturato.
    Pero’,come scrissi qualche tempo fa,a me sarebbe piaciuto che il lavoro a radice del verde non venisse effettuato.Preferivo che i massi di granito restassero li,con sopra una nuova gettata di cemento.I posti barca sarebbero rimasti quasi gli stessi e i bei ricordi d’un ambiente cosi’ caro non sarebbero scomparsi.
    Comunque adesso bisognera’ pensare a difendere meglio il molo rosso con dei frangiflutti:non esiste al mondo un fanale non protetto da una barriera di sassi intorno ad esso.
    Acoltando gli esperti mondiali della meteorologia, in futuro saremo sempre piu’ colpiti da eventi climatici straordinari come quello del 29 ottobre scorso.Il clima sta cambiando in maniera vistosa.
    Quindi secondo me(forse pretendo troppo?) una barriera di sassi andrebbe posta anche davanti alla piccola bocca d’entrata della caletta del Saraceno,a circa una quindicina di metri da essa.
    Le case li costruite oggi sono in pericolo perche’ allora i nostri vecchi edificavano in prossimita’ del mare, ignari di tutto cio’ che sarebbe successo.
    Le immagini dei filmati dove il mare entra vivo nelle finestre delle case e’ terrificante.
    Il bansaracino e’ l’anello debole di tutte le strutture che devono essere messe in sicurezza.
    Per finire ringrazio tutti coloro che hanno “gestito” la nascita del bellissimo molo verde.
    Auguri a tutti di Buone Feste.
    Tonino Ansaldo

Lascia un commento